Banner Top
Banner Top

DonnAttiva, sono seicento le richieste d’aiuto

Seicento richieste di aiuto in sei anni, 156 donne supportate con un percorso di sostegno psicologico, legale e di reinserimento lavorativo, oltre a  iniziative di sensibilizzazione nelle scuole cittadine. Sono i numeri del Centro antiviolenza Donnattiva di via Anelli diventato negli anni punto di riferimento per un territorio che và oltre i confini di Vasto. Il bilancio sull’attività della struttura è stato tracciato ieri in Comune dalla responsabile Licia Zulli, dall’assessore alle politiche sociali,  Lina Marchesani e dal vice sindaco Paola Cianci nel corso di una conferenza stampa indetta in vista della giornata internazionale per la eliminazione della violenza contro le donne in programma domani.

Il Centro opera dal 2010, in questi anni ha avuto oltre 600 richieste di aiuto ed ha preso in carico ben 156 donne. Nel corso del 2016 sono state 26 le utenti che si sono rivolte alla struttura e che attualmente stanno seguendo un percorso di sostegno (psicologico, legale, ricerca del lavoro, mutuo aiuto), mentre le nuove richieste di aiuto sono state 166.

Donnattiva svolge ogni anno anche un lavoro di sensibilizzazione rivolto agli studenti delle scuole di Vasto”, aggiunge la Zulli, “in particolare nel corso del 2016 ha coinvolto oltre 100 studenti degli Istituti superiori in un’attività di sensibilizzazione sul tema del contrasto alla violenza di genere. Al termine del percorso agli studenti è stata data la possibilità di diventare essi stessi educatori dei loro pari dopo una formazione aggiuntiva. In questi anni sono stati formati 20 peer educator che hanno svolto attività di sensibilizzazione nei loro rispettivi istituti di provenienza. Inoltre nel corso di quest’anno è stato avviato anche un percorso di formazione all’affettività rivolto a genitori ed insegnanti delle scuole primarie di primo grado”. 

A sottolineare “la grande valenza sociale della struttura e la professionalità degli operatori” è stata l’assessore Marchesani, che ha sottolineato la necessità di “investire sui giovani, educarli nel rispetto e nel ripudio di ogni forma di discriminazione”. 

Durante la conferenza stampa è stato presentato il reading musicale di sensibilizzazione denominato “Mare Amaranto”. Lo spettacolo, gratuito, sarà proposto alle 21 di domani presso il teatro Rossetti. Un’occasione per coinvolgere la comunità nel dire no alla violenza.

Anna Bontempo (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.