Banner Top
Banner Top

“Ma a San Salvo i vigili urbani sono pochi”

Pochi vigili urbani e nessuna possibilità, al momento, di reperirne altri tramite concorso pubblico. Anche a San Salvo, così come nella vicina Vasto, l’organico della polizia municipale è ridotto all’osso. Sono solo otto gli operatori in servizio – sette agenti ed un ufficiale – un numero troppo esiguo per poter garantire i controlli di notte come vorrebbe l’amministrazione comunale,  anche per dare un segnale alla cittadinanza preoccupata per l’escalation di furti.

Se ci fosse personale sufficiente avremmo già provveduto alla istituzione del turno di notte”, sostiene il comandante della polizia municipale, Vincenzo Marchioli,ma in queste condizioni è difficile perfino garantire i controlli di routine. Da parte dell’amministrazione comunale ci sono stati diversi tentativi per reperire il personale in eccesso delle Province. Siamo obbligati per legge ad attingere a queste liste, i concorsi non si possono fare almeno per ora. La situazione è davvero molto critica”, aggiunge l’ufficiale.

Durante il periodo estivo sono stati cinque vigili stagionali a sopperire alle carenze di organico: gli agenti, che hanno lavorato quattro mesi con un contratto a termine, verranno assunti nuovamente a dicembre per garantire i controlli  durante le festività natalizie.

Anche nella vicina Vasto la situazione è piuttosto precaria. Scaduto il contratto ai 13 vigili stagionali che dal 2014 davano man forte ai colleghi di ruolo, rinfoltendo gli organici, il Comando di piazza Rossetti è rimasto con 23 addetti, di cui uno prossimo al pensionamento, cioè meno della metà dei 58 operatori che sarebbero necessari. Decisamente pochi per una città che al 31 dicembre 2015 contava 41.429 residenti e che in estate vede triplicare la popolazione a causa delle presenze turistiche. In sofferenza anche alcuni comuni del comprensorio. E’ il caso di Monteodorisio che ha chiesto di poter assumere a tempo determinato agenti di polizia municipale attingendo alla graduatoria del comune di Vasto. In base a precise disposizioni di legge le amministrazioni comunali sono obbligate, ai fini del contenimento della spesa pubblica, ed in mancanza di proprie graduatorie, ad attingere – previo accordo – a quelle di altri enti. Nei giorni scorsi la giunta municipale guidata dal sindaco Francesco Menna ha concesso la propria autorizzazione.

Anna Bontempo (Il Centro)

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.