Banner Top
Banner Top

La terra trema ancora

La terra trema ancora in centro Italia. Alle 7,40 è stata avvertita una scossa di terremoto molto violenta, percepita anche a Roma ed in tutto il vastese. L’epicentro della nuova scossa è stato individuato nella zona di Norcia. Secondo i sismografi dell’Ingv il sisma ha avuto magnitudo 6.5 e si è scatenato a una profondità di 10 chilometri. È la scossa più intensa della sequenza sismica iniziata alle 3,36 del 24 agosto, quando il terremoto che distrusse Amatrice e Accumuli ebbe una magnitudo di 6.0. Gli scuotimenti sono stati avvertiti fino in dalla Puglia all’Alto Adige.

Le prime notizie sono molto frammentarie a causa dalla difficoltà delle comunicazioni e per l’enorme spavento che ha destato questo nuovo terremoto. Secondo alcune testimonianze ancora da verificare, a Tolentino (nelle Marche) è crollata una chiesa con forse dentro alcuni fedeli che assistevano alla Messa domenicale. AdAmatrice (Rieti) è crollata la torre civica, una delle poche costruzioni che era riuscita a resistire al sisma di agosto, e la chiesa di San Martino. In una frazione di Amatrice almeno due persone sarebbero state estratte dalle macerie. A Norcia è crollata la cattedrale con frati in ginocchio davanti alla statua di San Benedetto con accanto cittadini impauriti. «È crollato tutto, vedo colonne di fumo, è un disastro», ha detto il sindaco di Ussita, dove dopo la scossa di 5.9 di mercoledì sera era stata disposta la zona rossa con l’evacuazione totale dal centro storico. A Rieti per precauzione è stato chiuso il Ponte Romano.

Corriere.it

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.