Banner Top
Banner Top

Parte la grande Stagione Concertistica del Teatro Rossetti

Sarà la Wiener concert-Verein diretta da Ulf Schirmer ad aprire questa sera, alle ore 21,00 la decima Stagione Concertistica del Teatro Rossetti. Undici gli appuntamenti inseriti nel ricco calendario che vedrà susseguirsi, fino al 9 aprile,  grandi artisti.

Da Zlata Chochieva con “Le grandi architetture nella scrittura pianistica” il 13 novembre alle 17,30, al grande jazz di Kurt Rosenwinkel con Pedro Martins, Olivia Trummer, Frederico Heliodoro, Antonio Loureiro e Bill Campbell il 27 novembre alle 17,30.

L’11 dicembre sempre alle 17,30 sarà invece la volta dello spettacolo “Pochi avvenimenti, felicità assoluta” dell’attrice Sonia Bergamasco e l’Estrio composto da Laura Gorna al violino, da Cecilia Radic al violoncello e da Laura Manzini al pianoforte con le musiche di Clara e Robert Schumann e la drammaturgia originale di Maria Grazia Calandrone.

Il 18 dicembre stessa ora sarà l’Italian saxophone quartet di Federico Mondelci, Davide Bartelucci, Pasquale Cesrae e Michele Paolino ad incantare il Teatro Rossetti.

Il gran “Concerto per il Nuovo Anno” con l’Odessa Philarmonic Orchestra diretta da Earle Hobart in programma per il 30 dicembre alle 21,00 chiuderà la stagione concertistica per questo 2016 che riprenderà poi il 29 gennaio alle 17,30 con Colores de tango con Massimiliano Pitocco, Dario Flammini, Matteo Pipla, Roberto Della Vecchia, Massimiliano Caporale, la voce di Cecilia Herrera ed i tangueri Alejandra Mantinan e Aokinen Quiroga.

Il 19 febbraio, alle 17,30, il Teatro Rossetti farà invece da scenario ad un viaggio nella musica contemporanea con “Un petit train de plaisir” di Azio Corghi, tratto da “I péchés de vieillesse” di Gioacchino Rossini. La voce recitante è di Cristiana Voglino accompagnata dai musicisti Chiara Soave, Cecilia Baccolo, Jok Quartet, Daniele Richiedei e Alice Baccolo al violino, Antonio Granata alla viola e Marco Pennacchio al violoncello.

Il 12 marzo alle 17,30 sarà la volta del grande jazz con i Passport per proseguire poi il 26 marzo alle 19,00, la “Magia della danza” con Lorenzo Micheli e Matteo Mela alle chitarre.

A chiudere la stagione concertistica sarà invece il jazz del trio Alfredo Rodriguez (al piano), Reinier Elizarde (al contrabbasso) e Michael Olivera (alla batteria).

manifesto

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.