Banner Top
Banner Top

“Nessuna difesa per il corso di Scienze Infermieristiche”

Il grido di dolore lanciato a squarciagola dal Consigliere Regionale del Movimento Cicico Abruzzese – dott. Mario Olivieri – sembra restare inascoltato da quanti – Amministrazione comunale in testa -, nel nostro territorio dovrebbero difendere con forza il Corso Universitario di Laurea in Scienze Infermieristiche che si tiene da oltre un ventennio nella nostra città.
Lo meriterebbero la storia, il prestigio, le aspettative e, soprattutto, le speranze dei circa 200 studenti universitari provenienti da diverse regioni e che abitano, movimentano e vivono economicamente la realtà vastese.
Al contrario i responsabili della Asl n.2 continuano a fare orecchie da mercante ed utilizzano la strumentale storiella del mancato rinnovo di un contratto di affitto in scadenza – per altro di importo esiguo – per assumere atteggiamenti dilatori che mettono a repentaglio la stessa prosecuzione del corso, che non ha ancora una sede prefissata a pochi giorni dall’inizio delle lezioni del corrente Anno Accademico, nonostante le assicurazioni e le promesse.
Risulta , addirittura , che a seguito di un apposito soprallugo , il Direttore Generale – dott. Flacco – abbia risibilmente ipotizzato, con l’avallo della amministrazione comunale e del Sindaco , di allocare il corso universitario in due piccole stanzette , ubicate nella ex day surgery dell’Ospedale San Pio.
A tutti questi signori, che si dovrebbero preoccupare di fare bene il loro lavoro, vogliamo ricordare che all’interno del San Pio ci sono spazi di ben altro spessore disponili – perchè attualmente sovraddimensionati o scarsamente utilizzati – per valorizzare il rango e la efficacia del corso di laurea ( es. direzione sanitaria , ex laboratorio radiologico, etc.).
Soluzioni alternative praticabili sono disponibili anche nei pressi del nosocomio o con la rinegoziazione competitiva dei contratti di locazione degli spazi utilizzati fino ad oggi .
Basta fare in fretta, con competenza e con decisione .
Si deve evitare di prospettare scadenti soluzioni al ribasso, che segnerebbero l’inizio di una lenta agonia del corso , quale anticamera della definitiva chiusura . Tutto ciò non può essere consentito .
Se i responsabili della struttura sanitaria locale e della amministrazione comunale, non hanno ancora capito la importanza strategica del corso universitario o non sono capaci di trovare soluzioni idonee, dopo mesi di discussioni senza senso, tolgano il disturbo e vadano a casa , lasciando spazio a chi , come il dott. Mario Olivieri , ha maggiormente a cuore le sorti della città.
Il Nuovo Faro saprà sostenere tutte le necessarie iniziative atte a scongiurare questo ulteriore svilimento delle ragioni e dei diritti della nostra citta e del nostro territorio.

Edmondo Laudazi

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.