Banner Top
Banner Top

Ennesimo recupero della Stradale, fermato il conducente di una vettura rubata

 

Miete ancora risultati il proverbiale “fiuto” per il contrasto al riciclaggio di veicoli di ogni tipo trafugati lungo la dorsale adriatica e trasferiti al sud per rimpinguare il fatturato di gruppi criminali organizzati. E così è andata male al conducente di una Citroen C3 sorpreso in piena notte a percorrere l’autostrada A14 a bordo del veicolo rubato poco prima in pieno centro a Pescara.

Senza alcuna segnalazione, atteso che del furto neppure il proprietario aveva ancora contezza, la pattuglia della Sottosezione autostradale in servizio lungo la tratta verso le ore 03,00 odierne ha dato l’alt poco prima dello svincolo di Vasto Sud, in territorio del comune di San Salvo (Ch), ad un’autovettura il cui conducente, invece di fermarsi, accellerava repentinamente ponendo in atto manovre elusive. pronta la reazione del personale in servizio che riusciva a bloccare il veicolo in fuga sulla corsia di ingresso allo svincolo di Vasto Sud e nonostante il tentativo di resistenza del conducente, riusciva a bloccarlo e a porlo a disposizione dell’A.G. G. C., classe 1984, originario di Cerignola (FG), veniva dunque denunciato a p. l. per furto aggravato.

A bordo dell’auto, la cui portiera era stata forzata, una centralina elettronica ed una chiave di accensione modificate avevano reso possibile in pochi attimi il furto della medesima. Sono in corso le indagini per individuare eventuali fiancheggiatori del malvivente. Procede la Procura della Repubblica di Vasto (CH) nella persona del Sostituto Dott.ssa De Lucia.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.