Banner Top
Banner Top

Ecco dove può arrivare la nuova Vastese

I numeri sono chiari, inequivocabili. E testimoniano lo stato di grazia della Vastese, in testa alla classifica dopo cinque giornate di campionato seppur in condominio con il fortissimo Matelica e la rivelazione Agnonese.

In cinque partite la squadra di Gianluca Colavitto ha ottenuto tre vittorie e due pareggi, realizzando 15 reti (una media di tre gol a partita) e subendone 6.

Un primato meritato, è giusto sottolinearlo subito, soprattutto se si pensa ai punti persi per strada nelle due gare pareggiate: non tanto quella casalinga con il Monticelli dove la squadra ha girato male quanto per il pari di San Marino dove i biancorossi, pur dominando in lungo ed in argo e pur essendo in vantaggio di due gol, si sono fatti riprendere nel finale pagando a caro prezzo alcune amnesie difensive.

L’EQUILIBRIO RITROVATO: da Fermo, dove la squadra ha giocato la classica partita perfetta, vincendo e convincendo,  la Vastese ha cambiato marcia, trovando il giusto equilibrio tra i reparti ed una importante compattezza in difesa grazie alla crescita dei due centrali Allocca e Campanella. Certo, avendo allestito una formazione a trazione anteriore qualcosa, a livello di tenuta, si perde a centrocampo dove, in qualche circostanza, la squadra va in sofferenza. E’ successo anche domenica scorsa, soprattutto nei primi minuti ed è successo qualche settimana fa con il Monticelli.

L’ARMA IN PIU’: è sicuramente la fase offensiva e la pericolosità degli attaccanti. A cominciare da Umberto Prisco, sei gol in questo primo scorcio di stagione, di cui 5 nelle ultime tre settimane: un giocatore di spessore, completo, letale sia in area che fuori area. Insomma, al momento l’uomo in più anche perché ben assecondato sia da Felici che da Fiore: tutti i tre formano un tridente che, almeno in questa prima fase della stagione, sta facendo la differenza.

LA PROVA DEL NOVE: ci sarà domenica a Matelica, contro la favorita del girone, una squadra esperta, costruita per vincere.

Che partita sarà? E’ francamente difficile prevederlo. L’unica cosa certa è che la Vastese farà di tutto pur di fare risultato: la squadra sta bene, il morale è a mille e sente che l’impresa è alla sua portata.

GAETANO QUAGLIARELLA

 

 

 

 

 

 

 

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.