Banner Top
Banner Top

Michela Potenza non ritira la denuncia

E’ stata applicata, dal Pm Paolo Pompa,  la misura della custodia cautelare in carcere per ragioni di pericolosità a Francesco Leuci, l’uomo che domenica mattina ha accoltellato l’ex compagna Michela Potenza a Vasto in piazza Rossetti, mentre la donna era in compagnia della sorella. Accusato di tentato omicidio, resta nel carcere di San Donato a Pescara. Il suo avvocato, Alessandro Margiotta, ha già però annunciato che ricorrerà al tribunale del riesame dell’Aquila e che chiederà la perizia mentale per il suo assistito che, a detta dell’avvocato, appare depresso. Il giudice Di Carlo ha intanto dichiarato la propria incompetenza territoriale ed ha dunque passato gli atti al tribunale di Vasto.

Nel frattempo Michela Potenza fa sapere, tramite il suo avvocato Elisa Pastorelli, che non ritirerà la denuncia esposta a suo carico.

Una storia di violenza, aggressioni e liti che dura ormai da diversi anni e che la vede, per la seconda volta nel giro di poco più di un anno, ricoverata in ospedale a causa della violenza ricevuta. Michela Potenza dunque non si tira indietro. Determinata ad andare fino in fondo affinché simili atti non gli si riversino più contro.

Una prognosi di venti giorni quella che i medici del “San Pio” le hanno dato dopo il colpo infertole domenica alla schiena con un coltello a serramanico, una prognosi di trenta giorni quella che invece i medici le diedero lo scorso anno per tre costole rotte sempre causate dalle violenze dell’ex compagno.

L’avvocato difensore della donna fa sapere che sta già preparando una memoria di quanto accaduto e di quanto accade da diversi anni alla sua cliente. Una storia di violenza che l’avvocato Pastorelli conosce molto bene visto che fu sempre lei a raccogliere la denuncia, lo scorso anno, di Michela. Denuncia che poi però la donna, per paura, non portò fino in fondo.

Francesco Leuci

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.