Banner Top
Banner Top

Torino di Sangro nel Progetto Europeo “Life Primes”

Torino di Sangro è tra le due località abruzzesi, unitamente a Scerne di Pineto, coinvolte nel progetto europeo “LIFE PRIMES” per la resilienza delle zone a rischio alluvione. Il progetto rientra nell’ambito del programma europeo LIFE 2014-2020 sulle strategie di adattamento ai cambiamenti del clima e vede la stretta collaborazione delle Regioni Emilia-Romagna (Ente capofila), Marche ed Abruzzo, con le rispettive Agenzie di Protezione Civile, e dell’Università Politecnica delle Marche. Dieci in totale i comuni che parteciperanno al progetto. Oltre ai due comuni abruzzesi, sono coinvolti Senigallia e S. Benedetto del Tronto, nelle Marche, e Imola, Mordano, Ravenna, Lugo, S. Agata sul Santerno e Poggio Renatico in Emilia Romagna.

Gli obiettivi del progetto sono anzitutto quelli di rafforzare il coordinamento tra i soggetti impegnati nella riduzione del rischio e negli interventi di emergenza, e di sensibilizzare la popolazione sui temi dell’adattamento ai cambiamenti climatici e innalzare la consapevolezza sui temi della cultura del rischio e dell’autoprotezione. “Consapevoli della fragilità del nostro territorio – interessato dal dissesto idrogeologico, da gravi fenomeni erosivi della costa e sottoposto al rischio alluvionale per la presenza di due importanti fiumi il Sangro e l’Osento, di natura torrenziale -, abbiamo aderito con entusiasmo al progetto Life Primes che ha come obbiettivo l’adozione di un modello nuovo di comunicazione per la Protezione Civile che passa attraverso il diretto coinvolgimento della popolazione al fine di aumentarne il bagaglio informativo ed accrescerne la consapevolezza in ipotesi di eventi calamitosi. Siamo orgogliosi – continua il sindaco Silvana Priori –che la nostra comunità possa contare su un nutrito gruppo di volontari: ai 40 volontari della CRI – unità territoriale di Torino di Sangro si sono aggiunti i 38 membri del Gruppo Comunale Volontari di Protezione civile, istituito nel maggio 2015; ma questo non può farci dimenticare quanto sia preziosa, specie nell’immediatezza degl’eventi, la capacità di reazione del singolo cittadino, quanto meno in termini di non esposizione e/o di riduzione del rischio. Un cittadino consapevole riesce più efficacemente ad affrontare l’emergenza e ciò è determinante per salvezza della la vita propria ed altrui”. Sul sito istituzionale del Comune è disponibile il questionario da sottoporre alla popolazione per l’analisi della percezione del rischio e della resilienza. Si invita pertanto la cittadinanza di Torino di Sangro a compilare e completare il questionario disponibile al seguente link: https://docs.google.com/forms/d/1LLZ60b4pGJFnDzaT s7JRDdna3nmi2fKhDLUkUX_fkEk/vi ewform

Il 25 settembre prossimo vi sarà il primo della serie di incontri informativi ed educativi con la popolazione. “Il nostro impegno sul tema della protezione civile e sul tema della mitigazione del rischio idrogeologico è massimo. Stiamo, infatti, lavorando all’aggiornamento del piano di emergenza comunale, con la collaborazione del Servizio Regionale della protezione civile, ed a breve approveremo il progetto di difesa della costa in località Lago Dragoni (finanziato con un milione di euro con il decreto Sblocca Italia) che, confidiamo, sarà realizzato nel primo semestre del 2017”.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.