Banner Top
Banner Top

Sanità, l’uscita dell’Abruzzo dal commissariamento

Il Consiglio dei Ministri, nella seduta di ieri pomeriggio, ha deliberato l’uscita dell’Abruzzo dal regime commissariale della sanità. E’ la prima Regione italiana, tra quelle commissariate, ad aver concluso la procedura.

“Ci riprendiamo il nostro destino – sottolinea D’Alfonso – siamo la prima Regione uscita da un commissariamento durato nove anni. Abbiamo raggiunto tutti gli obiettivi sia di riordino dei conti sia di performance per qualità e quantità di servizi alla salute. Fine del commissariamento non significa arbitrio – precisa D’Alfonso – ma cultura della programmazione, valorizzazione del significato dei dati: faremo sì che si inauguri una nuova stagione di investimenti, innovazioni, formazione del capitale umano e diritti della salute sostenibili”.

Il lavoro che ha portato al risultato, aggiunge D’Alfonso, “ha coinvolto la comunità sanitaria, dei cittadini e delle istituzioni. Ringrazio inoltre i ministeri competenti, il ministro Lorenzin, il sottosegretario De Vincenti e il presidente Renzi”.

“E’ un risultato che ci riempie d’orgoglio – commenta invece l’assessore alla programmazione sanitaria Silvio Paoluccifrutto di un lungo lavoro, che negli ultimi due anni ha visto questa amministrazione regionale lavorare senza sosta per restituire agli abruzzesi la gestione della sanità. E un ringraziamento va al presidente Luciano D’Alfonso e alla struttura commissariale per la fiducia che hanno riposto in me. Oltre, naturalmente, al prezioso lavoro di accompagnamento, indirizzo e monitoraggio reso dai ministri dell’economia, delle finanze e della salute, e delle strutture tecniche competenti. Ci sono stati momenti difficili, ma tutte le scelte che sono state prese, avevano l’unico obiettivo di migliorare la qualità dell’offerta sanitaria ai nostri utenti. Oggi possiamo dire con certezza -continua Paolucci- che riconsegniamo all’Abruzzo una sanità che può competere con gli standard di quelle Regioni italiane, da sempre considerate esempi da seguire e imitare. Ora si apre una nuova fase – conclude Paolucci – che ci vedrà impegnati su nuove e altrettanto importanti sfide. Non posso, però, oggi non ringraziare tutti i cittadini abruzzesi e gli operatori del mondo della sanità. E, infine, ma non ultimi, i dipendenti dell’assessorato regionale alla sanità e dell’Agenzia sanitaria regionale, che hanno lavorato con passione e dedizione, nel rispondere efficacemente alle tante prescrizioni che in questi anni ci arrivavano da Roma”.

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.