Banner Top
Banner Top

“La Regione dia tempi certi per l’ospedale”

Potenziamento ulteriore del Pronto Soccorso, realizzazione della Sala di Emodinamica, definitiva sistemazione della nuova  Tac, chiarimento definitivo per la struttura del corso di laurea in scienze infermieristiche, con impegni chiari affinchè resti a Vasto e un cronoprogramma che porti ad individuare scadenze e modalità per la realizzazione del nuovo Ospedale in località Colle Pizzuto, al confine con San Salvo.

Sono gli impegni contenuti in un documento approvato dal consiglio comunale dopo cinque ore di serrato dibattito avvenuto alla presenza dei massimi vertici regionali e locali della sanità, oltre che di numerosi sindaci del territorio.

In aula il presidente della Regione Luciano D’Alfonso, l’assessore regionale alla programmazione sanitaria Silvio Paolucci, il direttore del Dipartimento regionale Angelo Muraglia e il manager della Asl, Pasquale Flacco.

Ha messo quasi tutti d’accordo l’ordine del giorno licenziato dall’assemblea civica: 20 i consiglieri comunali che hanno votato a favore, contrarie solo le due rappresentanti del Movimento 5 stelle, Ludovica Cieri e Dina Carinci.

Sono quattordici i punti condivisi sui quali c’è l’impegno del Governatore ad effettuare una verifica sulla loro attuazione entro il 30 giugno del prossimo anno. Il documento approvato è stato messo a punto durante la riunione dei capigruppo, dopo una lunga sospensione dei lavori del consiglio. In questa partita aperta con la Regione e la Asl giocherà un ruolo determinante anche il sindaco di Vasto Francesco Menna al quale l’assemblea civica ha dato mandato di insistere con la Asl e con la Regione al fine di continuare l’avviato percorso di miglioramento nei servizi erogati dall’Ospedale San Pio da Pietrelcina, con attenzione a dare attuazione a quanto richiesto dal consiglio comunale in data 15.12.2014, e non ancora attuato”.

Durante il suo intervento D’Alfonso ha invocato un patto tra le forze politiche presenti nell’assise civica, finalizzato a dettagliare con l’Azienda Sanitaria e la Regione Abruzzo un cronoprogramma che porti ad individuare scadenze e modalità per la realizzazione del nuovo Ospedale di Vasto. Prima che si giungesse all’approvazione del documento il dibattito in aula aveva evidenziato i tagli imposti ai servizi, alle strutture ospedaliere e alla sanità del territorio (vedi chiusura delle guardie mediche in alcuni centri dell’hinterland vastese), oltre alla drastica riduzione di posti letto.

     Anna Bontempo (Il Centro)

 

 

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.