Banner Top
Banner Top

Suriani “Nonostante l’incompatibilità Pollutri assunto nello staff di Menna”

Il 16 luglio scorso il Consigliere comunale di Fratelli d’Italia-An, Vincenzo Suriani, aveva chiesto al neo sindaco Francesco Menna di rimuovere il sig. Angelo Pollutri dall’incarico di cui al decreto sindacale n° 21 dell’11 luglio 2016 con il quale, appunto, lo stesso era stato inserito all’interno dell’ufficio di staff del Sindaco, per incompatibilità ed anche perché il Primo cittadino non avrebbe appunto potuto nominarlo prima dell’approvazione del bilancio preventivo. Dopo aver approvato poi il bilancio in data 1° agosto, il neo Sindaco ha proceduto comunque all’assunzione di Pollutri.

Ora, però, la faccenda si complica e l’Amministrazione comunale, già nell’occhio del ciclone per la scarsa trasparenza negli affidamenti di incarichi per la stagione estiva, rischia di dover attraversare nuove tempeste. Con due mesi di ritardo rispetto all’annuncio ufficiale, infatti, è stato chiamato a fare parte dello staff del Sindaco, appunto, Angelo Pollutri, ex sindaco di Cupello e organizzatore della campagna elettorale di Francesco Menna.

Il consigliere Suriani ha richiamato l’attenzione dei cittadini sul fatto che “questa nomina in particolare è palesemente illegittima e inopportuna. Angelo Pollutri, infatti, è beneficiario di un altro incarico politico, poiché lo scorso mese di gennaio, con grande soddisfazione del Pd locale, è stato nominato presidente di Autoservizi Cerella-Arpa 2, società di trasporti pubblici controllata dalla regione. Condizioni incompatibili con il pubblico impiego – ha spiegato Vincenzo Suriani – tanto che l’art. 53 del d.lgs. 165/2001, dispone che l’impiegato pubblico non possa ‘esercitare il commercio, l’industria, né alcuna professione o assumere impieghi alle dipendenze di privati o accettare cariche in società costituite a fine di lucro, tranne che si tratti di cariche in società o enti per le quali la nomina è riservata allo Stato e sia all’uopo intervenuta l’autorizzazione del Ministro competente’ “.

Il consigliere comunale di Fratelli d’Italia-An ha invitato “gli organi di controllo e i garanti della legalità all’interno del Comune di Vasto, a fare dovuta chiarezza attendendo da loro risposte. Ma ciò che più ci preme, è sottolineare che tale nomina non è solo illegittima, ma è anche quanto mai inopportuna e politicamente inaccettabile. Il cumulo degli incarichi, infatti, è uno dei vizi più gravi della nostra classe politica ed una delle cause che hanno provocato e continuano a provocare la caduta di credibilità nel mondo della Politica agli occhi dei cittadini. Come può un comune mortale essere al tempo stesso Presidente di una società con oltre sessanta dipendenti e pure dipendente full time del Comune di Vasto? Sorge il dubbio che almeno una di queste due attività non potrà ricevere dall’incaricato attenzioni proporzionate ai compensi ricevuti.”

“Mentre i nostri giovani migliori, senza la giusta tessera di partito in tasca, continuano a dover lasciare Vasto in cerca di fortuna, ad un burocrate di partito si consente addirittura di cumulare due incarichi lavorativi, entrambi sovvenzionati dai contribuenti vastesi e abruzzesi. Per questi motivi – ha concluso Vincenzo Suriani – la nomina del neo impiegato Angelo Pollutri verrà portata alla discussione del prossimo Consiglio comunale che si terrà il 12 settembre”.

Fratelli d’Italia-An – Vasto

 

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.