Banner Top
Banner Top

Colavitto: “Dobbiamo migliorare”

E’ vero che la Coppa Italia, di questi tempi, conta quasi come una amichevole. Ma quando si vince è sempre meglio. E la Vastese c’è riuscita perchè è stata brava a capitalizzare al meglio le occasioni che ha avuto a disposizione. Ecco perché negli spogliatoi Gianluca Colavitto si tiene stretta la vittoria, pur sapendo che sia domenica prossima a San Nicolò a Tordino che il 4 settembre in casa con il Chieti ci vorrà una squadra diversa sotto tutti i punti per continuare a vincere.
“E’ stata una partita dura – ha ammesso negli spogliatoi il tecnico biancorosso – sia per il gran caldo che per un avversario che ha giocato davvero una buona gara. Per noi, al di là di quello che è stato il risultato finale, era importante mettere minuti nelle gambe. In questa fase della stagione non si può essere brillanti, lo sappiamo. Come sappiamo che dobbiamo migliorare sia a livello di condizione che di gioco. Per il campionato mancano ancora ancora quindici giorni. Non sono pochi. L’importante sarà essere pronti per il 4 settembre quando arriverà il Chieti”.
Dalla parte opposta Aldo Ammazzalorso sorride amaro. Il tecnico del Pineto è stato il grande ex della sfida di ieri sera. Qui a Vasto molti lo ricordano con grande piacere visto che ha firmato una stagione indimenticabile sotto tutti i punti di vista, vincendo un campionato di serie d (in porta c’era l’attuale direttore sportivo biancorosso Pino De Filippis). Ammazzalorso è soddisfatto della prova dei suoi. Soprattutto per l’approccio che hanno avuto con la gara.
“Abbiamo giocato con il giusto piglio – ha detto l’ex di turno – anche se sappiamo come e dove dobbiamo migliorare. Ad un certo punto, per come si erano messe le cose, pensavo di vincere. Non abbiamo mai sofferto la Vastese, sia nel primo che nel secondo tempo. Anzi, a livello di gioco, per diversi tratti della gara, siamo stati anche superiori ai nostri avversari.”
PROBLEMA STADIO: Nei giorni scorsi l’argomento relativo alla gestione dell’Aragona è stato oggetto di diverse discussioni in casa biancorossa. E sono volati anche i piatti tra l’Amministrazione Comunale e la società del presidente Franco Bolami. La situazione sembrava in via di normalizzazione (il terreno di gioco è a posto ed i lavori di messa in sicurezza dell’intero impianto dovrebbero iniziare a breve) ma ieri, per la prima gara ufficiale della stagione, i disagi non sono mancati. Un esempio su tutti: la sala stampa in precarie condizioni igieniche e incredibilmente chiusa a pochi minuti dal fischio iniziale. Insomma, siamo ancora in pieno rodaggio. La speranza è che per il 4 settembre, per la prima di campionato che vedrà in scena il derby con Chieti, tutto possa essere risolto. Altrimenti si rischia di partire con il piede sbagliato. E sarebbe davvero un peccato.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.