Banner Top
Banner Top

È in svendita il parcheggio di Vasto Marina

Scuole in disuso,  fabbricati, locali commerciali, magazzini e un parcheggio coperto assurto a “monumento degli sprechi”. Sono venti gli immobili inseriti nel piano delle alienazioni approvato durante l’ultimo consiglio comunale, un lungo elenco di beni che l’amministrazione guidata dal sindaco Francesco Menna conta di mettere all’asta e dalla cui vendita ha preventivato di incassare 4 milioni e 708mila euro. Una cifra del tutto ipotetica se si considera che nella lista stilata dagli uffici sono stati inseriti immobili che difficilmente troveranno acquirenti.

E’ il caso del parcheggio coperto di via Martiri Istriani, alla Marina: duecento posti auto, attualmente inutilizzati, a ulteriore dimostrazione di quanto sia stato incauto l’acquisto da parte della amministrazione di centrodestra guidata dall’ex sindaco Giuseppe Tagliente che comprò la struttura pagandola circa due miliardi di vecchie lire.

Un’eredità “pesante”: il parcheggio,, il cui accesso è completamente ricoperto dalla vegetazione, pur potendo essere sfruttato in estate, durante i periodi di maggior affluenza turistica, è in completo abbandono ed è diventato ricettacolo di rifiuti di ogni genere. Il valore stimato è di un milione e 583 mila euro.

Non sarà facile neanche vendere l’ex scuola di via Naumachia (759.795euro): due aste sono già andate deserte.

Decisamente più appetibile, invece, l’immobile di piazza Marconi, nel cuore del centro storico, che ospita il circolo pensionati. Valore stimato: 400mila euro.

Nell’elenco,  figura anche il fabbricato di via De Gasperi, nel popoloso quartiere San Paolo,  che per tanti anni ha ospitato la scuola civica musicale successivamente trasferita nei locali del Centro di aggregazione sociale di via Roma. Per l’immobile, il cui valore è di 350mila euro,   è già stata indetta un’asta nel 2014, andata deserta.

“Ci sono immobili che non andrebbero dismessi, ma utilizzati a fini sociali”, è la proposta che Guido Giangiacomo (Forza Italia), ha  rilanciato durante l’ultimo consiglio comunale, “è il caso del fabbricato che ha ospitato la scuola civica musicale, attualmente in abbandono, che rischia di fare la fine dell’ex asilo Carlo Della Penna. Potrebbe essere utilizzato dalle associazioni che, in cambio,  potrebbero occuparsi della sua manutenzione”.

Il piano delle alienazioni è stato stilato dopo una ricognizione effettuata dagli uffici comunali nell’ambito dei beni di proprietà dell’ente. La scelta degli immobili non suscettibili di “utilizzo istituzionale” è stata effettuata tenendo conto di vari elementi, fra i quali la vetustà degli stessi che determina elevate spese di manutenzione, la loro dislocazione sul territorio comunale e  la loro accessibilità.

                                                      Anna Bontempo (Il Centro)

IMG-20160810-WA0001-1

 

 

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

1 Comment

  1. biagio natale

    se me lo regalano e mi danno un fondo di 200mila euro il parcheggio coperto di vasto marina lo prendo io e d’estate lo rendo fruibile gratis a chiunque vuole

    Reply

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.