Banner Top
Banner Top

Turismo 2016, a Vasto si rivedono inglesi e francesi

Arriva dal Nord d’Italia, dall’Inghilterra e dalla Francia, non si accontenta di trascorrere la giornata al mare, ma ama girare e conoscere il territorio e le sue tipicità. E’ l’identikit del turista presente in città tracciato da Assoturismo, la Federazione sindacale della Confesercenti rappresentativa delle imprese operanti nel settore.

Dopo anni di scarsa presenza degli stranieri, si ricomincia a sentir parlare l’inglese e il francese negli alberghi e nei B&B della costa.

“La tendenza che si và delineando, oltre alla short break, cioè la vacanza breve di fine settimana che in tempi di economia forzata gratifica e riposa anche con una spesa contenuta, è la presenza di famiglie, coppie e giovani provenienti non solo dal Nord Italia, ma anche dalla Francia e dall’Inghilterra”, spiega Simone Lembo, responsabile provinciale Assoturismo, che ha svolto una piccola indagine a “campione” tra le strutture ricettive della zona (hotel, B&B, stabilimenti balneari, pubblici esercizi).

“E’ presto per i bilanci, che dobbiamo necessariamente rinviare a fine settembre”, riprende il sindacalista, “ma da quello che si va delineando la stagione sembra profilarsi in senso positivo, anche se a far fede non saranno tanto le presenze quanto il volume d’affari delle singole attività. Nello specifico abbiamo registrato un leggero calo nel mese di giugno, una ripresa a luglio soprattutto nelle prime due settimane, mentre agosto si riconferma il mese estivo di lavoro per eccellenza. Nelle strutture che hanno fatto investimenti e che hanno un’offerta migliore dal punto di vista qualitativo le cose vanno decisamente meglio”.

Quale tipologia di turista trascorre le vacanze a Vasto?

“E’ un turista poco sedentario, che non ha voglia di trascorrere le sue giornate sotto l’ombrellone o in albergo, ma vuole andare in giro”, evidenzia Lembo, “le mete preferite? Le isole Tremiti. Ecco, penso che gli operatori debbano attrezzarsi sempre meglio per offrire un pacchetto di proposte abbinando il turismo balneare alla scoperta del territorio”.

Molto gettonata anche la spiaggetta di Punta Penna, nella riserva naturale di Punta Aderci, uno dei luoghi preferiti dagli amanti del turismo naturale. Per la rivista “Vita in camper”, che ha pubblicato un ampio servizio sull’oasi costiera, quest’anno affollata di pescaresi in fuga per l’inquinamento del mare, Punta Aderci è il posto ideale dove trascorrere la vacanza-relax “per chi è alla ricerca della tranquillità della natura”.

A rendere il soggiorno ancora più piacevole e rilassante è l’allestimento da parte del Comune e della cooperativa Cogecstre a cui è stata affidata la gestione dell’area protetta, di un calendario di manifestazioni che spazia dall’escursione in canoa alla passeggiata notturna sotto le stelle.

Anna Bontempo (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.