Banner Top
Banner Top

Punta Aderci e ristoro, undici domande per tre posti

Sono undici gli ambulanti che hanno presentato domanda, ma solo tre di loro si vedranno assegnare le postazioni per il servizio temporaneo di piccolo ristoro a Punta Penna, nella riserva naturale di Punta Aderci. E’ di questi giorni la pubblicazione all’albo pretorio on line del Comune della graduatoria degli ammessi stilata dall’ufficio commercio sulla scorta delle istanze pervenute e della verifica dei requisiti.

I primi tre dell’elenco potranno usufruire delle aree messe a bando (la cui superficie non può superare i 20 metri quadri), tutte ubicate lungo la strada di accesso alla spiaggetta. Sul bando, però, pende la spada di Damocle di un eventuale ricorso da parte di un privato.

A paventare l’annullamento della procedura è la lista civica Il Nuovo Faro, il cui comitato tecnico, guidato dal geometra Maria Cristina Stivaletta, ha evidenziato che l’area su cui è prevista l’installazione delle piazzole, non è pubblica, ma è di proprietà di un privato. Quindi non potrebbe essere assegnata.

“Il bando di gara è da riproporre integralmente”, sostengono dalla compagine civica che fa capo all’ingegner Edmondo Laudazi, dove evidenziano anche i tempi della procedura d’urgenza “solo pochi giorni, una decina dalla pubblicazione, e molte complessità burocratiche da espletare in tempi rapidissimi dagli eventuali interessati”.

Tempi troppo stretti anche per Alessandra Cappa, consigliera comunale di Unione per Vasto, che sulla questione ha presentato una interrogazione chiedendo la proroga dei termini per la presentazione delle domande.

“A causa del termine previsto, di soli sette giorni, l’amministrazione non ha garantito l’effettiva partecipazione di tutti coloro che hanno titolo a presentare la domanda”, sostiene la Cappa, che invitava anche a “verificare la proprietà delle aree individuate anche al fine di evitare all’ente possibili e dispendiosi contenziosi con eventuali proprietari”.

L’avviso pubblico per l’assegnazione dei posteggi risale al 7 luglio e fissava come lasso di tempo utile per la presentazione delle domande dall’11 al 18 luglio.

Requisito essenziale per la partecipazione è il possesso di una autorizzazione amministrativa all’esercizio del commercio su aree pubbliche.

Anna Bontempo (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.