Banner Top
Banner Top

Civeta, convocati i sindaci per l’aumento delle tariffe

L’aumento del 34% delle tariffe per il conferimento dei rifiuti nell’impianto di Valle Cena sarà al centro della riunione che il commissario del Civeta, Franco Gerardini (il cui incarico scade oggi), ha convocato per mercoledì prossimo (3 agosto), nell’aula consiliare del comune di Cupello.

I sindaci dei comuni consorziati sono agguerriti, contestano gli aumenti decisi dall’ex commissario Lidia Flocco (32% per i rifiuti organici e 34% per quelli indifferenziati) e ne chiedono la revisione.

“Se i commissari sono solo buoni ad aumentare le tariffe è meglio che restino a casa loro”, tuona il sindaco di San Salvo, Tiziana Magnacca, “gli aumenti delle quote di conferimento sono l’ennesimo regalo di uno dei tanti commissariamenti voluti dalla regione Abruzzo, la quale dimostra di non tenere nella giusta considerazione i cittadini di questo territorio e di fare solo gli interessi politici di alcuni”.

Per la Magnacca “i problemi finanziari del Civeta nascono oggi principalmente dalla necessità di dover pagare una sentenza di condanna nei confronti di alcune ditte che avevano provveduto alla realizzazione della prima vasca nella discarica negli anni Ottanta. Consorzio soccombente per oltre un milione e 200mila euro per un contenzioso durato trent’anni”.

E’ anche vero, però, che i comuni di Vasto e San Salvo sono i principali debitori del Civeta di Cupello che nei loro confronti vanta un credito complessivo di 1,8 milioni di euro che conta di recuperare almeno in parte con una procedura transattiva avviata dall’ex commissario Flocco.

“Il Comune ha avuto un contenzioso con il Civeta durante la passata amministrazione riguardante non il conferimento dei rifiuti, ma servizi in proroga della convenzione originaria”, precisa il sindaco che in relazione alle tariffe ha già chiesto la necessaria revisione “anche in considerazione di tutti gli sforzi che gli enti locali fanno per contenere le tariffe”.

Oggi, intanto, scade l’incarico a Gerardini fissato inizialmente nella durata di due mesi. Sembra che l’intenzione del presidente della giunta regionale, Luciano D’Alfonso sia quella di procedere ad una proroga tecnica, in attesa della nomina di un nuovo commissario. La scelta ricadrà su uno dei 34 professionisti che figurano nell’elenco stilato dalla Regione, 10 dei quali sono stati inseriti di recente in seguito alla riapertura dei termini dell’avviso indetto lo scorso anno “ per ampliare la platea di soggetti”.

Anna Bontempo (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.