Banner Top
Banner Top

Il divorzio tra D’Elisa e Progetto per Vasto

“Divorzia” da Progetto per Vasto, lista in cui si era candidato,  e  passa al gruppo misto. Protagonista del passaggio è l’ingegner Alessandro D’Elisa, che con le 475 preferenze ottenute alle elezioni comunali del 5 giugno, è risultato uno dei più votati del centrodestra. Lo schieramento, rappresentato in aula da sei consiglieri, risulta quindi diviso in altrettanti gruppi: Progetto per Vasto (capogruppo Massimo Desiati), Forza Italia (Guido Giangiacomo), Unione per Vasto (Alessandra Cappa), Vasto 2016 (Nicola Del Prete), Fratelli d’Italia (Vincenzo Suriani) e il gruppo misto con capogruppo D’Elisa. Il resto della minoranza è rappresentato dal Movimento 5 stelle con Ludovica Cieri e Dina Carinci e dal Nuovo Faro con Edmondo Laudazi.

Ma sei consiglieri comunali divisi in sei gruppi non danno l’idea di un centrodestra frammentato?

Nessun problema, il passagio di D’Elisa al gruppo misto l’abbiamo deciso di comune accordo”, precisa Desiati, al quale spetta il compito di mantenere unita la coalizione, dopo la sconfitta elettorale determinata da soli 123 voti di scarto.

La costituzione dei gruppi consiliari avverrà formalmente lunedì prossimo durante il consiglio comunale convocato per l’approvazione del bilancio di previsione 2016 dopo la diffida del Prefetto di Chieti, Antonio Corona.

Sarà anche l’occasione per procedere alla nomina delle Commissione consiliari, composte da rappresentanti della maggioranza e dell’opposizione. In ballo ce ne sono cinque: affari generali ed istituzionali, bilancio e sviluppo economico, assetto ed utilizzazione del territorio, affari sociali e concessione contributi e, dulcis in fundo, la commissione consiliare permanente di vigilanza che per statuto è chiamata a svolgere una funzione di controllo. E’ l’unico organismo la cui presidenza spetta alla minoranza: nella prima riunione di insediamento i rappresentati dell’opposizione  consiliare votano il presidente. È eletto il consigliere di minoranza che ottiene il maggior numero di voti ed a parità di voti il più anziano di età. Difficilmente la presidenza andrà ai 5 stelle. Le voci che si rincorrono negli ambienti politici del centrodestra danno per favorita Alessandra Cappa, nome che sembra mettere tutti d’accordo. Quest’ultima è entrata in consiglio comunale dopo le dimissioni rassegnate da Giuseppe Tagliente alla vigilia della prima assemblea civica.

Anna Bontempo (Il Centro)

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.