Banner Top
Banner Top

Andrea e Domenico, è il giorno del dolore di una città intera

In migliaia stamane, nella Chiesa di San Marco Evangelista a Vasto, hanno dato l’ultimo saluto a Domenico ed Andrea.

Alle 11,00 l’arrivo dei feretri, accolti da uno scrosciante applauso. Tanta commozione, tanta costernazione e tanta ancora l’incredulità sui volti dei tanti amici e conoscenti presenti.

Una folla silenziosa e composta ha abbracciato e salutato i due amici legati da sempre e uniti anche nella morte e nell’ultimo saluto terreno.

Tante le autorità presenti, dai sindaci di Vasto, Cupello e Lentella, Francesco Menna, Manuele Marcovecchio e Carlo Moro, all’Arma dei Carabinieri, al Prefetto di Chieti Antonio Corona. E poi ancora le squadre della Vastese Beach Soccer e del Vasto Marina, il presidente della Vastese Calcio Franco Bolami. I tanti tifosi, i vicini di casa, i compagni di scuola, gli amici di una vita. Tutti raccolti in un commosso abbraccio, quello stesso abbraccio che avrebbero voluto rivolgere ad Andrea e Domenico, ma che la vita, in quel sabato notte, li ha strappati via all’affetto dei loro cari e di quanti lo conoscevano e che lascia in sé una sola domanda “Perché?”.

E’ don Gianni Carozza a presiedere la Santa Messa alla presenza di altri sacerdoti di Vasto.

Parole rivolte ai genitori in cui don Gianni Carozza chiede loro di continuare a custodire l’amore e la stima per la vita, nonostante sia essa stata così tragica per loro. Parole rivolte ai tanti giovani affinché capiscano quanto fragile e delicata sia la vita.

“Andrea e Domenico non ci sono più ed è a Cristo, che ha dato la vita per noi, che noi li affidiamo”.

Palloncini bianchi e rossi, le note della canzone “La vita è bella”, l’inno di Mameli, lacrime, applausi e commozione hanno accolto l’uscita dalla chiesa di Andrea e Domenico.

E’ un giorno di lutto, il secondo a breve distanza dal primo che lascia ancora disperazione, incredulità ed un vuoto incolmabile. Due vite che non ci sono più, due giovani volati in cielo troppo presto, due famiglie a cui la vita ha riservato un così tragico destino. Un dolore da lenire, una vita che cambia. Una sola domanda “Perché?”.

  • 20160719_102333
  • 20160719_102335
  • 20160719_102826-1
  • 20160719_104217
  • 20160719_110653
  • 20160719_111112
  • 20160719_111401
  • 20160719_111429
  • 20160719_111440
  • 20160719_111512
  • 20160719_111712
  • 20160719_111719
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.