Banner Top
Banner Top

Ryanair, botta e risposta tra Febbo e Balducci

Quella di D’Alfonso sarà ricordata come una Regione ‘Facile e Veloce’ solo a chiacchiere, ma l’Abruzzo ha bisogno di fatti, di atti e provvedimenti validi. Il Presidente della Giunta infatti continua a fondare la sua azione politica sulle dichiarazioni e sugli spot, coltivando un’immagine virtuale, che di efficace ha ben poco soprattutto su questioni fondamentali, come il futuro dell’aeroporto, che richiederebbero impegno serio”. E’ quanto dichiara il presidente della Commissione di Vigilanza, Mauro Febbo commentando la delibera di Giunta, consegnata ieri nel corso dell’incontro con i vertici di Ryanair. “Sono tutti annunci – spiega Febbo – il provvedimento è inutile perché come al solito mancano firma e parere del servizio Bilancio. Di fatto la Delibera approvata è quella che tecnicamente si chiama delibazione”. “Ancora una volta questa amministrazione regionale continua a scherzare – precisa Febbo – non ha capito che Ryanair ha deciso di andare via dall’Aeroporto con una decisione che farà molto male all’Abruzzo”.”Inutile sottolineare come le delibere di Giunta che interessano e servono a ‘fare scena’ vengono approvate e pubblicate seduta stante – conclude il consigliere di Forza Italia – mentre ci sono decine di provvedimenti ‘secretati’ che da settimane non vengono pubblicati”.

“A Febbo che straparla di firme mancanti opponiamo le parole chiare di David O’ Brien, il direttore commerciale di Ryanair, che dopo l’incontro di ieri si è detto (ed è testimoniato dalle riprese televisive) ‘impressionato dall’energia e dallo sforzo messi in campo dalla Regione e dal Presidente D’Alfonso’. Inizia così la replica del vicecapogruppo del PD in Consiglio regionale Alberto Balducci alle affermazioni di Mauro Febbo a proposito del vertice avvenuto ieri tra Regione Abruzzo e Ryanair. “Le strategie che la Giunta regionale sta mettendo in campo per mantenere vivo il rapporto con Ryanair – spiega Balducci – sono atti seri e concreti. Se Febbo pensa di conoscere soluzioni per il problema, lo invitiamo a suggerirle: noi non discriminiamo nessuno e ne è prova il fatto che ieri al vertice è stato invitato anche il suo collega di partito Lorenzo Sospiri. Se davvero vuole rendersi conto di ciò che è accaduto ieri, invece di straparlare può rivedersi i Tg serali delle emittenti che hanno seguito l’iniziativa – conclude Balducci – noi non abbiamo nulla da nascondere e agiamo alla luce del sole”.

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.