Banner Top
Banner Top

Primarie del centrodestra, ecco i 5 aspiranti in corsa

Sono cinque i competitor alle primarie del centrodestra del 13 marzo. Parteciperanno alla consultazione democratica per la scelta del candidato sindaco della coalizione Massimo Desiati (Vasto 2016), Guido Giangiacomo (Forza Italia), Massimiliano Zocaro (Vasto 2.0), Giuseppe Tagliente (Unione per Vasto) e Incoronata Ronzitti (Popolari per Vasto). La partecipazione di quest’ultima è stata in bilico fino a qualche ora prima della presentazione delle candidature consegnate, insieme alle firme, nella sede della Società Operaia e passate al vaglio di un Comitato di garanzia formato da uno staff di legali.

La Ronzitti, unica donna che partecipa alle primarie dello schieramento, ha sciolto la riserva alle 17.20 dopo essere stata in riunione con gli amici del suo movimento civico.

“È stata una decisione molto sofferta e combattuta”, fa sapere la leader di Popolari per Vasto, “abbiamo discusso a lungo prima di maturare la scelta di scendere in campo. C’era una parte minoritaria del movimento che avrebbe preferito convergere su altri candidati per evitare frammentazione e dispersione dei voti. Alla fine è prevalsa la decisione di esserci per rimarcare la nostra presenza all’interno della coalizione”, conclude l’istruttore giudiziario.

Ha invece deciso di non partecipare alle primarie con un proprio candidato il gruppo che fa capo all’ex consigliere regionale Antonio Prospero e alla scuola di formazione politica Fo&Pa, coordinata da Stefano Suriani, che avevano indicato un loro rappresentante nell’avvocato Arnaldo Tascione. La motivazione alla base di questa scelta, come lo stesso legale ha spiegato qualche giorno prima della scadenza dei termini per le candidature, è “l’esigenza, di carattere squisitamente politico, di non allargare ulteriormente il ventaglio dei candidati onde evitar un’eccessiva frammentazione”.

Insomma, alla fine non ci sono state sorprese. Il primo a presentare la propria candidatura è stato Guido Giangiacomo che ha delegato l’avvocato Donatella Monaco a consegnare il plico con le firme. Il secondo a varcare l’ingresso della Società Operaia, intorno alle 19, è stato Desiati. Il candidato sindaco di Vasto 2016 è parso, come al solito sorridente e determinato a vivere la competizione con grande serenità, pur nella consapevolezza che dovrà misurarsi con candidati del calibro di Tagliente, già sindaco di Vasto dal 1993 al 1999 e candidato nel 2006, anno in cui l’attuale primo cittadino Luciano Lapenna vinse al ballottaggio conquistando il Comune amministrato per 13 anni dal centrodestra.

Anna Bontempo

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.