Banner Top
Banner Top

Un comitato cittadino contro il cartellone di Iannone

Tre grossi pannelli rettangolari in materiale plastico-telato con riprodotta l’immagine fotografica del noto motociclista vastese Andrea Iannone in sella alla sua moto. Non passa certo inosservato l’impianto installato al centro della rotatoria di piazza Verdi che, oltre a riportare lo stemma del comune di Vasto, presenta anche tre faretti che vengono accesi nelle ore serali e notturne per illuminarlo.

Il manufatto, di notevoli dimensioni, ha richiamato l’attenzione del Comitato cittadino Belvedere Romani che, ritenendo la struttura in contrasto con le norme del codice della strada, ha presentato un esposto al sindaco di Vasto Luciano Lapenna, al comandante della polizia municipale, Giuseppe Del Moro e al procuratore capo, Giampietro Di Florio. Il sodalizio chiede la rimozione immediata dell’impianto sul presupposto che la sua presenza, al centro di una intersezione, può distrarre l’attenzione degli automobilisti con conseguente pericolo per la sicurezza della circolazione.

“Il codice della strada vieta di collocare insegne, cartelli, manifesti, impianti di pubblicità o propaganda che per dimensioni, forma, colori e ubicazione possono arrecare disturbo visivo agli utenti della strada”, dicono al Comitato cittadino, “la loro collocazione è comunque soggetta ad autorizzazione. Se il manufatto è stato installato a cura del Comune è comunque necessaria una apposita delibera che, sarebbe in ogni caso, di dubbia legittimità in virtù dei divieti posti dal codice della strada e dal relativo regolamento di esecuzione e attuazione”.

Il sodalizio è giunto alla conclusione che “le norme di legge non sono state rispettate dal comune di Vasto, non solo perché è stato violato il chiaro divieto di collocare, in piena area di intersezione e al centro della rotatoria di piazza Verdi, un impianto pubblicitario, sia perché sembra che non esista alcun tipo di autorizzazione, così come pare che non esista alcuna dichiarazione tecnica con cui si attesta che il manufatto è stato calcolato e realizzato tenendo conto della natura del terreno e della spinta del vento in modo da garantirne la stabilità”.

Insomma, secondo il sodalizio il pannello con la scritta “Andrea Iannone Vasto con te nel mondo”, deve essere immediatamente rimosso e deve essere sanzionato chi ha provveduto alla sua installazione.

Anna Bontempo

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

4 Comments

  1. Massimiliano Cox

    Porca miseria che gente pesante e triste che c’è in giro….
    addirittura hanno istituito un COMITATO manco se ci fosse” Iannone nudo che si scopa un meccanico”
    Ionnone ha portato il nome di Vasto nel mondo…è pure troppo piccolo il cartello…io lo farei grande quanto un palazzo!!!!
    Odio la gente che si fà passare sopra di tutto e poi si attacca a minkiate di questo genere!

    Reply
  2. deborah

    non sanno proprio a cosa attaccarsi….pensassero a cose serie piuttosto che andare a rompere per un cartellone!! ci sono tantissimi altri problemi a VAsto…risolvete quelli….

    Reply
  3. roberto

    da Piacenza. Andrea e’ un grande campione e c’e’ gente invidiosa , nonostante suoi concittadini non lo sopportano.Dovrebero fargli un monumento in piazza Rossetti. a parte questo,pensate di risolvere altri problemi piu’ urgenti(tipo canale Mezzanotte) per citarne uno.

    Reply

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.