Banner Top
Banner Top

Primarie del Pd, la partita è tra Maria Amato e Francesco Menna

La sfida è tra la deputata Maria Amato e il capogruppo consiliare Francesco Menna. I due esponenti del Pd sono gli unici competitor alle primarie del centrosinistra in programma il 6 marzo, una consultazione che, a questo punto, è ristretta al solo partito democratico.

Le altre forze politiche e civiche della coalizione hanno rinunciato a presentare i loro candidati nonostante avessero anche raccolto le firme necessarie. E’ il caso di Sel che fino all’ultimo è stato indeciso se puntare o meno sulla consigliera Paola Cianci, ma anche del Psi che aveva pronto il suo candidato nella persona di Michele Lalli, dipendente Asl, già candidato con il partito socialista alle regionali del 2014.

Il segretario Luigi Rampa è stato categorico. “Se ci sono due candidati del Pd noi non presentiamo il nostro”, ha sottolineato.

Si è sfilato dalla competizione anche la lista civica Il Nuovo Faro dell’ingegner Edmondo Laudazi. Quest’ultimo, arrivato nella sede del Pd di piazza del Popolo alle 19, insieme al consigliere regionale di Abruzzo civico, Mario Olivieri, ha annunciato di non voler partecipare. Prima di comunicare la sua decisione ha avuto una conversazione privata con il segretario cittadino del Pd, Antonio Del Casale.

“Non sono primarie di coalizione, ma del Pd”, ha dichiarato il leader del Nuovo Faro, “saremo presenti alle elezioni comunali di giugno”.

Ha invece annunciato di voler partecipare alla competizione la coordinatrice di Sel, Anna Suriani.

“Abbiamo rinunciato a presentare un nostro candidato, ma parteciperemo lo stesso alle primarie”, ha sottolineato, “ci sono in campo due candidature di persone serie che sono espressione di un percorso amministrativo. Chi appoggeremo? Lo decideremo nei prossimi giorni, dopo aver riunito gli organismi del partito”.

Le ore che hanno preceduto la presentazione delle candidature sono state a dir poco febbrili con le segreterie alle prese con mosse e strategie politiche. Ad un certo punto si era anche sparsa la voce su un possibile ritiro di Menna che avrebbe indotto Sel a presentare come candidata Paola Cianci. Indiscrezioni spazzate via alle 18,20 quando il capogruppo consiliare ha varcato l’ingresso della sezione per consegnare nelle mani del segretario cittadino Antonio Del Casale le firme raccolte. Si è fermato solo pochi minuti. Non ha invece mai abbandonato la sede Maria Amato, la prima a consegnare il plico con le sottoscrizioni. La deputata, che è scesa in campo dopo aver ricevuto moltissime sollecitazioni e la richiesta ufficiale del segretario regionale Marco Rapino, è apparsa piena di entusiasmo per questa nuova sfida, con proposte e progetti.

“Sono due candidati di spessore”, ha commentato Del Casale, “ricoprono entrambi un ruolo istituzionale trattandosi di una parlamentare e di un capogruppo consiliare. Sono convinto che sapranno parlare alla città, comunicando il nostro programma amministrativo. Mi auspico la massima partecipazione da parte della coalizione”.

Anna Bontempo

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.