Banner Top
Banner Top

“Contratto firmato solo dalla Cgil”

Stesse sigle sindacali presenti, stessi numeri, ma in un caso la riunione viene rinviata per “mancanza del numero legale”, nell’altro il contratto decentrato economico 2015 viene firmato solo dalla Cgil, mentre la maggioranza delle Rsu (rappresentanze sindacali unitarie), si rifiuta di sottoscrivere l’accordo ritenendo inaccettabili alcune condizioni. Succede al comune di Vasto, dove da tempo il fronte sindacale si è frammentato, tant’è che il 29 gennaio scorso nonostante la presenza di tutte le sigle sindacali, il contratto è stato firmato solo dalla componente Cgil.

Nella precedente riunione del 20 gennaio, in presenza di una situazione identica, la riunione veniva rinviata per mancanza del numero legale.

A denunciare il “comportamento contraddittorio della parte pubblica” e il “rapporto privilegiato” che l’amministrazione comunale ha con una sola sigla sindacale, cioè la Cgil, è la segreteria regionale della Cisl.

“Questa organizzazione sindacale non ha firmato il contratto collettivo decentrato integrativo perché prevede un ulteriore aumento di 12mila euro in favore delle posizioni organizzative”, spiega il segretario regionale e coordinatore territoriale Chieti, Gabriele Martelli, “tale incremento danneggia i lavoratori che si vedono ridurre la quota per la produttività che interessa tutti i dipendenti. Hanno invece sottoscritto il contratto i due membri Rsu eletti nella lista della Cgil ed il rappresentante territoriale dello stesso sindacato”.

Per Martelli “la Rsu è un organismo che decide a maggioranza, per cui si è creato un pericoloso precedente che ha indebolito la rappresentanza sindacale unitaria e ha determinato un atto illegittimo. Lo scopo di tutte le norme, anch’esso ignorato, è quello per cui solo la maggioranza può decidere se firmare o meno un contratto”, prosegue il segretario regionale, “non è rispettoso della volontà dei lavoratori il consenso della sola minoranza della Rsu alla stipula di un accordo sindacale così rilevante”.

La Cisl chiede il ripristino delle relazioni sindacali “nel rispetto della legge e dei ruoli”.

Anna Bontempo

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.