Banner Top
Banner Top

“Il nuovo Prg di San Salvo? Non prevede palazzoni”

“Riqualificazione degli spazi pubblici, utilizzando al minimo il suolo comunale, senza colate di cemento, né palazzoni”. L’amministrazione difende il nuovo piano regolatore predisposto dal professor Lucio Zazzara, docente dell’Università D’Annunzio di Pescara, e replica alle minoranze che, oltre ad aver lanciato critiche, hanno parlato di uno strumento di pianificazione dal forte impatto ambientale perché prevede la costruzione di enormi palazzi a San

Salvo Marina, con il rischio di una “Nereidi bis”.

“In attesa del contributo dei cittadini abbiamo iniziato un percorso”, spiega il sindaco Tiziana Magnacca, “le cui linee guida sono la valorizzazione del centro antico in una nuova visione della città storica, la riqualificazione degli spazi collettivi, il contenimento dell’uso del suolo, la valorizzazione del patrimonio storico e ambientale, l’integrazione con il comparto della zona industriale, la promozione del rapporto pubblico-privato e la valorizzazione del territorio agricolo. A breve verrà diffuso un avviso pubblico rivolto a tutti i cittadini perché ci forniscano suggerimenti o indichino le loro necessità per aiutarci nella pianificazione di questo territorio”.

La Magnacca non si fa sfuggire l’occasione per replicare al gruppo consiliare di San Salvo democratica – che aveva criticato il fatto che il nuovo Prg è stato illustrato alla città nel corso di un incontro, ma non è ancora approdato in consiglio comunale – e al circolo cittadino di Sel che teme “nuove colate di cemento” a San Salvo Marina, già oggetto di speculazione edilizia negli anni settanta.

“Le scelte che riguardano la vita delle persone devono essere condivise con i cittadini, non ci si deve rinchiudere al chiuso delle stanze istituzionali”, ribatte il sindaco, “gli obiettivi sono stati già discussi in consiglio comunale all’adozione della delibera con le indicazioni delle linee guida a cui si rifanno le linee generali del Prg. Siamo assolutamente disponibili a parlarne e a condividere le scelte con trasparenza e rifuggendo da ogni tentativo di sotterfugio”.

Spiegazioni che non convincono il circolo cittadino di Sel.

“La bozza di piano regolatore parte con il piede sbagliato”, sostiene il partito di Vendola, che ipotizza la costruzione di “enormi palazzi a San Salvo marina, in prossimità delle Nereidi, strutture talmente alte che cambierebbero radicalmente il volto della spiaggia. Chiediamo che i contenuti del piano vengano resi noti al più presto”, insistono gli attivisti, “ in modo che i cittadini possano incidere in maniera concreta e valutare se condividere o meno scelte come quella di replicare le Nereidi, tristemente note ai più per i ripetuti allagamenti di questi anni e per le influenze che hanno avuto sul turismo nella nostra città”.

Anna Bontempo

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.