Banner Top
Banner Top

Luciano D’Alfonso traccia il bilancio dei suoi primi 18 mesi di governo

Il Presidente della Regione, Luciano D’Alfonso nella conferenza stampa tenutasi ieri mattina, traccia il bilancio dei suoi primi 18 mesi di attività esprimendone la sua più totale soddisfazione grazie ad un “un intenso lavoro durante il quale sono state reperite risorse, attivate procedure e sottoscritti 1000 contratti giuridicamente vincolanti per aprire i cantieri”.
D’Alfonso ha iniziato la conferenza stampa sottolineando come la sua “persona fisica e giuridica é costata all’Abruzzo 190mila euro” attirando invece “sulla regione risorse per oltre due miliardi di euro”, ricordando il miliardo e 300mila euro del masterplan che prevede progetti riguardanti infrastrutture, ambiente, sviluppo economico, turismo e cultura.
Continuando la conferenza stampa,  sottolinea il tema della ripresa economica con il Pil a un +0,3%, con 9mila unità in meno di disoccupati, grazie anche al programma Garanzia Giovani dove 1 giovane su 3 passa da un contratto di tirocinio a un contratto di lavoro; un aumento poi della produzione industriale del +3,4%, di un fatturato del +4,1% e con un export del +3,5%.
Per quanto riguarda la sanità invece ha ricordato l’adempimento dei Lea (livelli essenziali di assistenza), gli stanziamenti per l’edilizia ospedaliera, le nuove sale parto, la nascita del Registro dei Tumori, l’acquisto di defibrillatori da destinare ai Comuni.
Riguardo alle infrastrutture e i trasporti, D’Alfonso ha ricordato la sottoscrizione avvenuta pochi giorni fa del Patto per la connettività dell’Adriatico, nonché la nascita della Tua (Trasporto unico abruzzese) grazie alla fusione di quattro aziende locali di trasporto pubblico. Investimenti stanziati per 6 milioni di euro per i porti e manutenzioni alle ferrovie; 450 milioni di euro inoltre per bonificare il sito di Bussi, migliorare il sistema idrico e quello dei depuratori; nonché interventi riguardanti le piste ciclabili e la banda larga.
Il Presidente della Regione ha infine illustrato il programma per i prossimi 12 mesi che riguarderà gli investimenti “da consegnare alle unioni industriali, prevedendo terreni gratis, pacchetti formativi ad hoc e contratti di sviluppo”; stabilire la collocazione turistica e culturale dell’Abruzzo, creare il fascicolo sanitario, “far si che le autostrade e le strade abruzzesi siano sicure” e rendere idonei i luoghi di lavoro.

Laura Rongoni

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.