Banner Top
Banner Top

Laudazi e Il Nuovo Faro sicuri, primarie alle nostre condizioni

“Primarie si, ma a determinate condizioni”. Edmondo Laudazi, ingegnere, candidato sindaco della lista civica “Il Nuovo Faro” rilancia e subordina la sua partecipazione alla consultazione democratica del centrosinistra a una serie di condizioni.

Lo fa all’indomani della riunione indetta dalle forze di maggioranza per delineare il percorso che dovrà culminare nelle primarie del 6 marzo. Un percorso che si annuncia piuttosto accidentato per la compagine dove ci sono partiti che non hanno mai visto di buon occhio la partecipazione dell’ex assessore comunale (è stato in giunta ai tempi della Democrazia Cristiana), alla consultazione democratica del centrosinistra. L’appuntamento precede di una settimana le primarie dell’altro schieramento in programma il 13 marzo.

“Bisogna prima di tutto definire la coalizione e stabilire in via prioritaria che ogni forza politica potrà esprimere un solo candidato sindaco le cui caratteristiche devono essere ben definite: no ai professionisti della politica o con reddito zero”, attacca Laudazi che è stato anche amministratore delegato della Pulchra,“personalmente ritengo che per sedersi al tavolo sia necessario il versamento di una cauzione come impegno a fare la lista. Per quanto riguarda invece il programma ci sono dei punti da cui non possiamo prescindere”, continua il leader del Nuovo Faro, “come la difesa dell’ambiente e il paesaggio, il rinnovamento della classe dirigente, la difesa e la centralità del territorio.  Parteciperemo alle primarie se ci saranno queste condizioni”, conclude categorico Laudazi che non ha ancora ufficializzato la sua candidatura.

A sostenerlo in questa avventura ci sono, tra gli altri, il consigliere regionale di Abruzzo civico, Mario Olivieri e Daniele Menna, ex esponente di Rifondazione comunista.

Intanto ieri pomeriggio il circolo cittadino  di Sel – Sinistra italiana, ha chiamato a raccolta cittadini, attivisti e simpatizzanti, per un incontro pubblico nella sede della Società Operaia con l’obiettivo di “dialogare insieme del futuro di Vasto su sociale, ambiente, urbanistica, mobilità sostenibile, cultura, turismo e lavoro”.

Anna Bontempo

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

1 Comment

  1. Marco

    Rinnovamento della classe dirigente detto da uno che fa politica pro domo sua non si sa da quanto tempo, ma che faccia tosta e che coraggio!

    Reply

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.