Banner Top
Banner Top

Neve e Inverno russo-siberiano. Dal 15 gennaio Italia e Abruzzo nel freezer

 

 

Il modello internazionale del Centro Europeo di previsione, dopo l’emissione di due giorni fa ha confermato anche questa mattina (lunedì 11 gennaio, ndr) un’eccezionale previsione per il periodo che va dal 16 gennaio e fino ad almeno il 22 gennaio. Una previsione confermata anche dai movimenti delle masse d’aria a circa 5500 metri di quota (500 hpa, ndr).

SITUAZIONE – L’alta pressione nella settimana 11-16 gennaio inizierà a spostarsi in Atlantico portandosi verso latitudini settentrionali. Questa sua manovra favorirà l’arrivo di masse d’aria decisamente fredde direttamente dai comparti russo-siberiani.

CONSEGUENZE – Dal 15-16 gennaio inizieranno ad affluire correnti via via più fredde sulla nostra Penisola che diverranno gelide dal 17-18 gennaio. A tutt’oggi l’ingresso di venti forti freddissimi non sarebbe accompagnato da nubi foriere di nevicate fino in pianura, se non a livello locale, e soprattutto sul Centro-Sud adriatico, quindi Abruzzo, Molise e Puglia. Le temperature subiranno una repentina diminuzione, con valori che giorno a stento supereranno i 2-4° al Nord, di notte le Alpi toccheranno i primi -25° e di giorno vivranno giornate di ghiaccio con valori sempre sotto lo zero. Temperature notturne che al Nord scenderanno di 4/5° sotto lo zero, 1/2° sotto lo zero anche al Centro, di pochissimo sopra lo zero al Sud.

Seguite i nostri aggiornamenti per capire se questa tendenza verrà confermata o meno e soprattutto se arriverà la neve anche a quote prossime alla pianura o coste.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.