Banner Top
Banner Top

Il 5 gennaio partono i saldi invernali. Previsti sconti in rialzo

Come già stabilito il 29 giungo scorso dalla Giunta regionale, a margine della conferenza dei servizi che ha visto la partecipazione delle quattro Camere di Commercio abruzzesi, delle associazioni di categoria e delle associazioni dei consumatori, scatteranno il 5 gennaio prossimo i saldi invernali che si protrarranno fino al 5 marzo.

Per l’Unione consumatori, che ha elaborato delle previsioni su base di dati Istat inerenti il periodo e l’andamento dei prezzi nel commercio dal 2011 al 2015, nel periodo interessato dai saldi saranno attuati sconti record.

Infatti, il trend di quest’anno, secondo UNC, sarà quello di assistere a sconti in continuo rialzo sulal scia di quanto accaduto in questi anni. I commercianti, insomma, sono stati indotti dalla crisi a ridurre sensibilmente i prezzi. Anche nel 2016 gli sconti continueranno a salire.

Il record è per i vestiti (Indumenti) che saranno scontati del 31,1 per cento, con un incremento dello sconto, rispetto al gennaio 2015, del 14,38 per cento. Il secondo capitolo di spesa più scontato saranno le calzature: i prezzi scenderanno del 27,35 per cento, con un ribasso record, rispetto al gennaio 2015, del 15,89 per cento.
Il calo minore, come sempre, spetta agli accessori, con uno sconto stimato del 15,37 per cento.

Dall’indagine dell’associazione di consumatori emergono in modo chiaro due cose. In primo luogo, che durante la recessione gli sconti sono progressivamente saliti. In secondo luogo che gli sconti solitamente pubblicizzati in vetrina (70 per cento, 50 per cento) sono gonfiati. Anche se i dati Istat sono una media, la differenza è troppo elevata per non destare sospetti.

L’abitudine, insomma, di aumentare il prezzo vecchio, così da alzare la percentuale di sconto ed invogliare maggiormente all’acquisto, è dura a morire.

Il consiglio dell’UNC, quindi, è di guardare sempre al prezzo effettivo da pagare e di diffidare di riduzioni troppo elevate, superiori al 50 per cento. Salvo nell’Alta moda, infatti, un commerciante non può avere ricarichi così alti. Con percentuali così grandi, dovrebbe vendere sottocosto.

L’ideale, in questi giorni che precedono i saldi, è di andare nei negozi a cercare quello che vi interessa, segnandovi il prezzo. Potrete così verificare lo sconto effettivamente praticato e, alla partenza dei saldi, andare a colpo sicuro a prendere quello che vi piace, evitando inutili code.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.