Banner Top
Banner Top

Primarie del centrodestra, ufficializzate le regole del gioco

“Le primarie della coalizione di partiti e movimenti alternativi all’attuale Amministrazione comunale si terranno il 13 marzo”: questo l’annuncio di Davide D’Alessandro questa mattina all’inizio della conferenza stampa che ha sciolto gli ultimi dubbi sul Regolamento messo a punto dal direttivo che in queste settimane ha lavorato per dettare le regole del gioco.

Tutta la fase di avvicinamento alle primarie sarà gestita dal Comitato organizzatore che aprirà a breve una sede, affiancato dalla Commissione di garanzia per una tornata elettorale che si svolgerà in una sola giornata dalle ore 8.00 alle ore 22.00 alla palestra dell’istituto dei Salesiani di recente acquisita dal Comune di Vasto.

I candidati dovranno presentare la propria disponibilità accompagnata da una sottoscrizione di almeno 200 firme, con allegate relative copie dei documenti di identità, che dovranno raccogliere tra il 20 gennaio e il 12 febbraio, eccezion fatta per i candidati under 25 anni che potranno avvalersi di sole 100 firme. Potranno votare tutti i cittadini italiani e comunitari iscritti (quindi residenti) nelle liste elettorali del Comune di Vasto e che avranno compiuto i 18 anni entro il giorno delle elezioni comunali. Dal 13 febbraio, poi, il via alla campagna elettorale per le primarie.

“Il Regolamento – ha detto ancora D’Alessandro – rende certe le modalità di voto e detta norme di comportamento ben precise”.

Giuseppe Tagliente, di cui in molti attendono l’ufficializzazione della candidatura alle primarie, è tornato a ribadire concetti quali unità e chiarezza. “Noi abbiamo voluto fare chiarezza e dare credibilità a questa unità dichiarata e conclamata – ha detto – e sulla quale abbiamo lavorato per mesi”. “Per questo rRegolamento – ha chiosato – ci si è messi alla ricerca di criteri che rafforzino anche questa unità”.

A Nicola Del Prete il compito di delineare eventuali diversità rispetto alle primarie del centrosinistra che lui ha già vissuto in passato. “La prima differenza è di carattere politico – ha sottolineato – in quanto nel centrosinistra i candidati del partito di maggioranza dovevano essere sostenuti da una percentuale di iscritti, qui, invece, ogni cittadino si può candidare. Ed è questa l’altra differenza, la nostra volontà politica di aprire in corso d’opera anche ad altri movimenti per dare più struttura e corpo alla nostra coalizione”.

Non poteva mancare l’intervento degli esponenti di Forza Italia, in primis Guido Giangiacomo (probabile candidato forzista alle primarie), che ha ribadito l’impegno del suo partito per le primarie “per evitare situazioni già vissute in passato. Per tanto tempo sono venuti altri a calare e imporre candidati alla base di recenti sconfitte, oggi c’è questa novità. A Vasto c’era una situazione particolare e non c’era altro strumento di partecipazione e selezione del miglior candidato possibile”.

“Inizierà un viaggio straordinario per il centrodestra e per i movimenti alternativi al centrosinistra che in questi 10 anni – ha aggiunto Antonio Monteodorisio – ha distrutto Vasto. Dobbiamo cercare una vittoria che sia delle idee e dei progetti perché Vasto torni a volare. Nella scena politica vastese non ci sono novità se non queste primarie”.

Sulla stessa lunghezza d’onda Etelwardo Sigismondi che ha tenuto ad evidenziare come “le primarie non devono essere una mera conta dei voti. All’interno del Regolamento c’è scritto che ogni candidato deve presentare un proprio programma, quindi le primarie devono essere delle idee”. Sigismondi ha chiarito anche la scelta della ex palestra dell’Opera Salesiana: “in questi anni abbiamo denunciato come le primarie del centrosinistra al PalaBCC violassero quanto normato dal Consiglio comunale e non potevamo non scegliere un altro luogo per fare le nostre”.

Se Incoronata Ronzitti ha colto l’occasione per parlare di un “Regolamento che vuole rappresentare discontinuità rispetto a quello che c’è stato fino ad oggi”, evidenziando il “senso di responsabilità” e la “visione condivisa e condivisibile” che hanno guidato la definizione delle sue norme, Massimiliano Zocaro ha sottolineato come “la fase degli individualismi finirà con le primarie” non lesinando una stoccata a quelli che ha definito “il populismo e la demagogia” del Movimento 5 Stelle.

Arnaldo Tascione, in rappresentanza di Fo&Pa, ha parlato di un Regolamento frutto “di serietà, scrupolosità e competenza” che consente “la possibilità di riunire le forze migliori per lavorare a una sfida all’Amministrazione uscente e a tutto quello che non hanno voluto o saputo fare”.

Il commissario locale dell’Udc, Francesco Piccolotti, ha salutato positivamente la scelta di favorire la partecipazione degli under 25 alla competizione delle primarie all’insegna del “ringiovanimento e del rinnovamento”, mentre Massimo Desiati ha chiarito in modo perentorio che “l’importante non è vincere le primarie, ma vincere le elezioni”. “Le primarie – ha aggiunto – sono uno strumento per individuare l’esponente che verosimilmente riesce ad offrire maggiore concretezza nell’immagine di affidabilità e serietà”. Desiati ha rilevato l’importanza di avere “un programma credibile che abbia come fine il servizio alla città”.

La firma dei rappresentanti delle varie anime schierate dietro il tavolo della Società operaia di mutuo soccorso ha sancito la stipula del patto elettorale fondato anche sulla lealtà. E sì, perché l’art. 8 (Norme di comportamento) del Regolamento al comma 1 recita “I candidati non eletti nelle elezioni primarie sono tenuti a rispettarne l’esito e a non candidarsi in contrapposizione al candidato vincitore, si impegnano a partecipare con una propria lista collegata al candidato sindaco prescelto (…)”, mentre al comma 2 sentenzia che “Le forze partitiche e civiche che sottoscrivono la dichiarazione politica di intenti si impegnano a restare all’interno della coalizione, a prescindere dall’esito delle primarie”.

Luigi Spadaccini
(spadaccini.luigi@alice.it)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.