Banner Top
Banner Top

I dipendenti comunali snobbano il Sindaco Lapenna

Su 167 dipendenti ne erano presenti solo una cinquantina. Più della metà del personale ha disertato ieri l’incontro organizzato in Comune per il tradizionale scambio di auguri di buon Natale e di felice anno nuovo, manifestando così il proprio malcontento per l’attribuzione di alcune indennità e per l’erogazione degli incentivi economici legati al fondo della produttività. La circostanza è stata stigmatizzata dal presidente dell’assemblea civica, Giuseppe Forte che agli assenti ha riservato più di una bacchettata.

“Ringrazio il personale che ha accettato l’invito”, ha esordito Forte, “chi non ha inteso partecipare per motivi ideologici, per rivendicazioni personali o di carattere sindacale, non ha capito nulla. Spero che la luce di Betlemme illumini le loro case”.

Le voci che ci sarebbero state delle assenze significative erano cominciate a girare in Comune già dal giorno prima. Defezioni annunciate, quindi, a riprova di quanto sia forte il malcontento tra il personale municipale per l’attribuzione di alcune indennità. Molti di loro ritengono di essere stati penalizzati e puntano l’indice contro i dirigenti, ai quali rimproverano di aver agito con “discrezionalità”.

Amareggiato è parso il sindaco Luciano Lapenna che alla platea formata da dipendenti municipali, assessori e consiglieri comunali di maggioranza e minoranza, ha riservato una sorta di bilancio di fine mandato.

“Qualche timido segnale di ripresa si comincia ad intravedere, ma abbiamo avuto degli anni davvero difficili”, ha detto il primo cittadino, “ci sono stati periodi in cui è stato complicato anche assicurare lo stipendio ai dipendenti, ma abbiamo fatto di tutto per non lasciare il personale senza busta paga. Quando mi sono insediato ho trovato delle situazioni davvero assurde, come la presenza di due contratti integrativi e del caporalato, ma ho cercato di amministrare nel segno del rispetto delle regole e della trasparenza. Mi scuso se non sono stato sempre vicino alle richieste delle mie maestranze”, ha aggiunto Lapenna, “e se qualche volta sono stato poco gentile. Spero di lasciare un buon ricordo nella certezza di aver operato nell’interesse della collettività vastese”.

Prima del brindisi un gruppo di adulti scout del Masci di Vasto ha portato in consiglio comunale la luce di Betlemme“Spero che illumini le persone che ci amministreranno in futuro”, è stato l’auspicio della presidente Giuliana Perrozzi. Non è mancato neanche un intermezzo musicale con l’esibizione di sei allievi della scuola civica diretta dal maestro Raffaele Bellafronte.

Anna Bontempo

 

  • 20151223_122254
  • 20151223_122342
  • 20151223_122410
  • 20151223_122424
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.