Banner Top
Banner Top

Il metal detector resta spento

Il metal detector portuale è stato installato, ma manca il personale che deve intervenire in caso di allarme. Non è ancora stato attivato il dispositivo di sicurezza di cui è stato dotato il Tribunale di via Bachelet, in attuazione della richiesta del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica. Per rendere l’ufficio giudiziario più sicuro, il Comune ha dato incarico ad una ditta privata, la Securitaly srl di Cesenatico, per la fornitura di un metal detector portuale ad alta sensibilità, marca Garrett, per la rilevazione di oggetti metallici pericolosi quali pistole, coltelli, e apparati come telefonini, telecamere o macchine fotografiche. Il dispositivo è dotato anche di una fotocellula a doppio sensore ottico, integrata nel metal detector, che consente di conteggiare il numero di persone che vengono controllate. Il problema è che al momento il sofisticato apparecchio non funziona.

“La Corte d’Appello dell’Aquila deve individuare la persona che dovrà presidiare l’accesso per poter intervenire nel caso in cui scatta l’allarme”, spiega l’avvocato Vittorio Melone, presidente del consiglio dell’ordine forense che ha salutato con favore la messa in sicurezza del Tribunale. In Abruzzo sono diversi gli uffici giudiziari che si sono dotati del metal detector sulla scia di quanto successo al Tribunale di Milano nei mesi scorsi, dove un uomo armato di pistola uccise tre persone, tra cui un giudice ed un giovane avvocato.

Anna Bontempo

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.