Banner Top
Banner Top

Civeta, azzerati tutti gli organi statutari

Tutti gli organi statutari sono stati azzerati al Civeta, il Consorzio intercomunale che gestisce l’impianto di riciclaggio di Valle Cena. L’arrivo del Commissario ad acta, Lidia Flocco, nominata dal presidente della Regione Luciano D’Alfonso, ha avuto come conseguenza la decadenza dell’assemblea intercomunale, del consiglio d’amministrazione presieduto dall’avvocato Massimo Sgrignuoli e del Collegio dei revisori.

“Tutti gli organi sono decaduti”, spiega Tiziana Magnacca, sindaco di San Salvo e presidente dell’assemblea consortile, “ lo prevede il decreto di nomina firmato dal presidente della Regione Luciano D’Alfonso che noi amministratori abbiamo deciso di impugnare perché presenta dei profili di illegittimità. Siamo tutti d’accordo, tranne il comune di Vasto che in quest’ultimo anno ha sempre disertato l’assemblea del Civeta. E’ imbarazzante doverlo dire, ma è così”.

I sindaci di San Salvo, Cupello, Monteodorisio, Scerni, Pollutri e Villalfonsina hanno il dente avvelenato. Oltre a ribadire la loro contrarietà al commissariamento, esprimono forti preoccupazioni per il futuro dell’ente consortile bloccato da un anno, cioè da quando l’ex assessore regionale Mario Mazzocca annunciò l’arrivo del Commissario.

“Volevamo apportare alcune modifiche allo statuto per consentire al Civeta di essere competitivo con gli appalti in house”, ricorda Tiziana Magnacca, “in questo modo i comuni consorziati avrebbero potuto affidare al Consorzio il servizio di raccolta e di spazzamento, senza procedere alla gara. Non è stato possibile per l’assenza del comune di Vasto”.

“Da quando faccio parte dell’assemblea non ho mai visto un amministratore vastese partecipare”, rincara la dose Saverio Di Giacomo, sindaco di Monteodorisio, “tranne venerdì scorso che era presente il vice sindaco Vincenzo Sputore”.

Ora i sindaci sono in attesa di una convocazione da parte del Commissario ad acta. Lidia Flocco, giovane avvocatessa originaria di Atessa, si è insediata giovedì scorso. Il suo compito è traghettare l’ente consortile fino alla costituzione dell’Agir, l’agenzia regionale per la gestione integrata dei rifiuti.

Anna Bontempo

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.