Banner Top
Banner Top

Videosorveglianza? All’appalto manca la manutenzione

Progettazione esecutiva ed esecuzione dei lavori di realizzazione del sistema integrato di videosorveglianza, comprensivi di opere, impianti e forniture accessorie ad elevata componente tecnologica. Verte su queste voci l’appalto indetto dall’amministrazione comunale per la installazione di 80 telecamere, ma dalla gara, dell’importo complessivo di 446mila euro, è rimasta fuori la manutenzione.

A svelare il particolare è l’avvocato Corrado Squadrone dell’Ape, l’associazione per i diritti calpestati, intervenuto all’incontro pubblico promosso nei giorni scorsi da Alleanza per Vasto. L’argomento “sicurezza” è stato uno dei più gettonati, a riprova di quanto il problema stia a cuore ai cittadini.

“La scelta dell’amministrazione comunale è ricaduta su una associazione temporanea di imprese (Ati) che ha praticato il maggior ribasso”, spiega il legale, “mi risulta però che c’erano altre proposte più vantaggiose, come quella della Telecom, comprensiva anche della manutenzione. Ritengo che una società per azioni avrebbe sicuramente offerto maggiori garanzie rispetto ad una associazione temporanea di imprese. Sarebbe anche interessante sapere come è stato utilizzato il ribasso a base d’asta”, conclude Squadrone.

All’appalto parteciparono 14 soggetti, fra cui due colossi della telefonia: Telecom e Fastweb, ma la scelta della Commissione, presieduta dal dirigente Vincenzo Marcello e formata dall’ingegner Pasquale D’Egidio di Mosciano Sant’Angelo, dall’ingegner Agostino Consalvo di Casoli e da Daniela Di Cesare istruttore amministrativo del servizio gare ed appalti del Comune), ricadde sull’associazione temporanea di imprese formata dalla capogruppo Fgs di Azzano San Paolo (Bergamo) e dalla Sds di Andrea Di Giacomo di Vasto (mandante) che ottenne il punteggio complessivo più elevato (93.86) in base al criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. L’appalto è stato aggiudicato il 14 maggio 2014.

L’importo generale del progetto, pari ad una somma di 600mila euro, è stato finanziato in parte con fondi regionali Par-Fsc 2007-2013 (150.000 euro) – linea d’azione “Sostegno ai progetti per la sicurezza e la legalità” e la restante parte (450mila euro) con mutuo della Cassa depositi e prestiti a carico del comune di Vasto. Oltre alle telecamere è stata allestita anche una sala operativa, all’interno del Comando della polizia municipale.

Anna Bontempo

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.