Banner Top
Banner Top

Cantiere in via S. Michele, proprietari assolti dalle accuse di abuso edilizio

Ci sono voluti ben otto anni per scrivere probabilmente la parola fine all’ennesima vicenda inerente un cantiere edile nella nostra città, una consuetudine che più volte abbiamo criticato perché troppo spesso ci siamo trovati a dover raccontare storie analoghe con cantieri e complessi autorizzati, poi bloccati per sequestri e ricorsi alla Giustizia e, quindi, ritenuti legali e/o sanabili. Un gioco al massacro che non giova a nessuno e che evidenzia come in tutta la filiera edile vi sia qualcosa che certamente non funziona come dovrebbe.

Otto anni dicevamo perché la Corte d’Appello de L’Aquila giungesse a pronunciare una sentenza di piena assoluzione dalle accuse di abusi edilizi, per un cantiere in una delle zone panoramiche più belle di via S. Michele, nei confronti dei fratelli Corvino Giovanni, Armando e Marco e dell’imprenditore Teodoro Spadaccini, difesi dal collegio formato dai legali Giampaolo Di Marco e Vittorio Facciolla.

Una sentenza che di fatto ha ribaltata quella del I grado di giudizio che aveva visto i quattro condannati a 6 mesi d’arresto e 12mila euro di ammenda (oltre all’assoluzione di 2 dirigenti e un funzionario del Comune di Vasto e del titolare dell’impresa esecutrice dei lavori).

Il dispositivo pronunciato a L’Aquila, le cui motivazioni saranno pubblicate il 15 gennaio prossimo, è entrato nel merito della vicenda, in quanto il tribunale, visto l’art. 605 del Codice di Procedura Penale, in riforma della sentenza del 10 maggio 2013, ha assolto gli imputati “perché il fatto non sussiste”.

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.