Banner Top
Banner Top

Civeta, 24 candidati a commissario

 

In 32 hanno presentato domanda con relativo curriculum,  ne sono stati ammessi 24. E’ iniziato il conto alla rovescia per la nomina del  Commissario ad acta del Civeta, il Consorzio intercomunale di Cupello che gestisce l’impianto di Valle Cena, struttura che continua ancora ad essere guidata da un consiglio d’amministrazione scaduto da due anni.

Nella lista dei papabili,  stilata dal Servizio Rifiuti dell’assessorato regionale,  spiccano nomi noti come quello di Franco Gerardini, ex dirigente regionale oggi direttore tecnico del Consorzio Piomba Fino di Atri, Edmondo Laudazi, ingegnere vastese, candidato sindaco di Abruzzo Civico, Alessandro Cianci, ex coordinatore provinciale di Sel, Massimo Demetrio Sgrignuoli, avvocato, presidente dell’attuale Cda del Civeta, Guglielmo Boschetti, geometra di Cupello, Adriano Marzola, ex Commissario del Consorzio Industriale di Vasto e attuale componente del consiglio d’amministrazione dell’Arap, Severino Coladonato, legale di Casalbordino e membro del Cda del Civeta; Massimo Ranieri, presidente dell’EcoLan, proprietaria della discarica di Cerratina di Lanciano.

Tra le sette istanze dichiarate “ non ammissibili” , perché pervenute fuori termine o per mancanza di documentazione, figura quella dell’ex sindaco di Cupello, Angelo Pollutri,  la cui domanda di partecipazione all’avviso pubblico indetto dalla Regione è stata inviata l’11 settembre, cioè un giorno dopo la scadenza. Dovrebbe quindi essere imminente la nomina del Commissario ad acta del Civeta, il cui arrivo era stato annunciato esattamente un anno fa dall’ex assessore regionale Mario Mazzocca (oggi sottosegretario alla presidenza della giunta regionale), il quale aveva anche stilato una sorta di identikit, proponendo  “una figura di spessore culturale, dall’alta professionalità, dallo specchiato curriculum vitae, oltre che chiara espressione del territorio”.

Vedremo se la persona su cui ricadrà la scelta è in possesso di questi requisiti o se la scelta verrà operata tenendo conto dei soliti appoggi politici. Certo è che la nomina è appannaggio del presidente Luciano D’Alfonso, il quale dovrebbe decidere a breve.  E’ da un anno ormai che va avanti quella che Camillo D’Amico, consigliere comunale di Cupello ed ex capogruppo provinciale del Pd, non ha esitato a definire una “telenovela”.

Nel frattempo il Consorzio intercomunale continua ad essere gestito da un Cda scaduto da 24 mesi. A dire il vero l’assemblea dei sindaci (per buona parte contraria al commissariamento) aveva tentato di rinnovare il consiglio d’amministrazione, ma la riunione, convocata un anno fa,  aveva ottenuto lo stop del Commissario unico straordinario, Stefania Valeri che aveva diffidato gli amministratori a procedere al rinnovo degli organi statutari.  Da quel dì di annunci sull’imminente commissariamento del Civeta  ce ne sono stati diversi, fino ad arrivare alla indizione di un avviso pubblico per l’acquisizione di “manifestazione di interesse”, strada che la Regione ha deciso di percorrere nel rispetto dei principi generali di “massima trasparenza e pubblicità”.

Anna Bontempo

 

 

 

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.