Banner Top
Banner Top

“Cia zio, sei stato un esempio per tutti noi”

Familiari, amici di infanzia, amministratori comunali, esponenti politici e rappresentanti delle associazioni. In tanti ieri si sono raccolti nella chiesa di Santa Maria Maggiore per dare l’ultimo saluto a Francesco Paolo Molino.

Ceccopaolo (così lo chiamavano) si è spento a 66 anni in una struttura sanitaria di San Benedetto del Tronto dove era ricoverato da molti mesi. La malattia gli aveva tolto le forze e il sorriso, ma non è riuscita a scalfire l’immagine di combattente che resterà sempre impressa nella memoria di amici e conoscenti insieme alle sue tante battaglie.

“La vostra presenza così numerosa testimonia che Francesco Paolo ha lasciato un segno in tutti voi”, ha sottolineato Don Domenico Spagnoli, parroco di Santa Maria Maggiore, ricordando la figura di Molino, “la sua corsa terrena è terminata, ma il suo ricordo ci accompagnerà per sempre, insieme a tutto quello che di buono ha fatto durante la sua vita”.

Distrutti dal dolore i familiari: la moglie Anna Maria, i figli Loris e Giada, il fratello Felice, tornato in fretta e furia da Bologna, gli zii, i nipoti. “Zio Paolo è stato un esempio per noi”, ha ricordato una nipote leggendo un  breve messaggio, “aveva sempre una parola buona per tutti, resterà sempre nei nostri cuori.

Tanta commozione anche tra gli amici di infanzia, quelli dei vicoli di via Santa Maria, dove Ceccopaolo ha vissuto la sua infanzia e con cui continuava a chiacchierare durante le sue passeggiate serali a piazza Rossetti. Massiccia la presenza di esponenti politici e di rappresentanti delle associazioni. Oltre ad essere stato un attivista politico ed un sindacalista, Ceccopaolo aveva fondato l’associazione culturale Marcus Baebius e si dilettava a stampare e distribuire calendari e volantini che riproducevano foto d’epoca di Vasto.

Era stato candidato alla carica di consigliere comunale nella lista di Rifondazione comunista alle elezioni  amministrative del 2006. Tante le battaglie portate avanti da Molino che amava profondamente la sua Vasto e avrebbe voluto che fosse maggiormente tutelata sotto il profilo culturale ed ambientale. Famose le sue iniziative contro le recinzioni lungo la spiaggia (“hanno ingabbiato il mare”, recita un manifesto che aveva fatto stampare per l’occasione) e contro la cementificazione.

Anna Bontempo

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.