Banner Top
Banner Top

Vasto: videosorveglianza, a breve l’attivazione. Città cablata e installate già 76 telecamere

Era il 13 novembre del 2013 quando la Giunta comunale iniziava a scrivere i titoli di coda sulla questione videosorveglianza approvandone il progetto definitivo. Anni di dibattiti accesi sull’opportunità di una simile dotazione con la sinistra estrema arroccata su posizioni di diniego e il centrodestra fortemente proteso ad ottenerla assumevano contorni fumosi dopo che Lapenna e C. decidevano per l’installazione delle telecamere in molte zone della città e della Marina. Ad aprile del 2014 l’appalto dei lavori, presentati in conferenza stampa il 19 marzo scorso, che si avviano ormai a conclusione. Infatti, stanno procedendo ed entro breve le opere potrebbero essere riconsegnate alla città dall’associazione temporanea d’imprese F.G.S. s.r.l. di Azzano S. Paolo (BG) e S.D.S. Sistemi Digitali di Sicurezza di Vasto.

Nel dettaglio, quindi, le imprese avranno realizzato al centrale operativa all’interno del Comando di Polizia municipale di corso Italia, in grado di memorizzare le immagini per un numero di giorni variabile (attualmente fissato a 3 nel rispetto della legge sulla privacy) e di essere gestito in remoto; l’intera rete di cablaggio per la trasmissione dei dati ripresi realizzata quasi integralmente in fibra ottica; l’installazione di 86 telecamere di cui 76 ad alta risoluzione di 5 megapixels in 24 punti strategici prioritari individuati di concerto da Polizia municipale e Commissariato di Polizia. L’importo generale del progetto di videosorveglianza, il cui parto è durato ben cinque anni, è pari a euro 600.000,00 ed è stato finanziato in parte con fondi regionali PAR-FSC 2007-2013 (euro 150.000,00) “Sostegno ai progetti per la sicurezza e la legalità” e la restante parte (euro 450.000,00) con un mutuo della Cassa Depositi e Prestiti a carico del Municipio cittadino.

In una nota diffusa da Palazzo di Città il sindaco Luciano Lapenna si dichiara “molto soddisfatto” per l’andamento dei lavori. “Sono già settantasei le telecamere installate nel territorio cittadino – dice – e nei prossimi giorni i lavori saranno ultimati con la sistemazione degli impianti nel centro storico cittadino e con la predisposizione della centrale operativa presso il Comando della Polizia Municipale”. Aggiunge poi: “L’impianto di videosorveglianza può rappresentare un forte deterrente contro i danni al patrimonio da parte di teppisti e idioti che quotidianamente sfogano le loro frustrazioni su beni appartenenti a tutta la collettività. La Pubblica Amministrazione cittadina spende euro 2000,00 al giorno per riparazioni, manutenzioni straordinarie, rifacimenti e sostituzioni di beni pubblici danneggiati da idioti e teppisti che non hanno per nulla a cuore il patrimonio pubblico così come le più elementari regole di civiltà. Inoltre, l’impianto di videosorveglianza sarà molto utile alle Forze dell’Ordine e all’Autorità Giudiziaria nel compiere le loro indagini, per il controllo del territorio e per garantire maggiore sicurezza ai cittadini. L’impianto di videosorveglianza è un ulteriore impegno mantenuto e portato a compimento dalla mia Amministrazione per il bene di tutti i cittadini”.

Peccato solo che quest’ultima parte della nota sia identica parola per parola a quella diramata da Palazzo di Città l’11 aprile 2014 per annunciare l’avvenuto appalto dei lavori.

L. S.

  • videosorveglianza_Vasto_01
  • videosorveglianza_Vasto_02
  • videosorveglianza_Vasto_03
  • videosorveglianza_Vasto_04
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.