Banner Top
Banner Top

Autorizzazione al progetto Ombrina, il ministero per lo Sviluppo economico rinvia il parere

Era in programma questa mattina al ministero per lo Sviluppo economico di Roma la Conferenza dei Servizi decisoria sul progetto Ombrina mare. Intorno alle 10.30, infatti, in via Molise è andata in scena la protesta delle migliaia di persone che, bandiere biancazzurre in mano e al grido “Noi Ombrina non la vogliamo”, hanno voluto far sentire alta la voce contro l’installazione petrolifera dinanzi le coste teatine.

Una manifestazione che sembra aver colto nel segno se è vero, come è vero, che la Conferenza è stata rinviata di tre settimane a seguito della decisione del MISE di rinviare il parere sul progetto. Una scelta che potrebbe riaprire qualche spiraglio, almeno apparentemente.

Dinanzi a Palazzo Piacentini si sono visti l’on. Fabrizio Di Stefano, i parlamentari del Movimento 5 Stelle (d’altronde i senatori Castaldi e Petrocelli lottano da tempo contro lo Sblocca Italia e il Decreto Sviluppo per quello che concerne prospezione, ricerca e coltivazione di idrocarburi fossili) e il vendoliano Gianni Melilla. Purtroppo non si sono visti gli esponenti del Partito Democratico abruzzese. Al fianco del Comitato ‘No Ombrina’ c’erano, invece, anche rappresentanti istituzionali, tra cui il sindaco Luciano Lapenna, e cittadini vastesi partiti alle 5.45 circa dal terminal bus di via dei Conti Ricci.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.