Banner Top
Banner Top

Balcone pericolante in centro, ordinanza urgente del Sindaco

Un’ordinanza contingibile ed urgente per la messa in sicurezza di un balcone pertinente ad un fabbricato di via San Francesco, nel centro storico di Vasto, è stata firmata dal sindaco Luciano Lapenna. Il provvedimento fa seguito al sopralluogo effettuato il 9 settembre scorso dalla polizia municipale, che aveva ricevuto a sua volta una segnalazione sulla staticità compromessa della struttura.

Giunti sul posto gli agenti hanno verificato che il balcone annesso alla abitazione è in evidente stato di degrado e l’eventuale caduta di calcinacci potrebbe causare danni alle persone. Vanno quindi adottati interventi a tutela della pubblica incolumità da parte del proprietario dell’immobile che il sindaco Lapenna ha invitato ad intervenire “con estrema urgenza per l’attuazione dei primi interventi di messa in sicurezza al fine di eliminare o ridurre il rischio di pericoli esterni”.

I provvedimenti da adottare in questi casi sono relativi alla installazione di transenne, rimozione di parti pericolanti e puntellamenti. In caso di inadempienza il privato verrà denunciato all’autorità giudiziaria ai sensi dell’articolo 650 del Codice Penale relativo alla inosservanza dei provvedimenti finalizzati alla pubblica incolumità. Oltre che al proprietario dell’immobile l’ordinanza è stata notificata al Prefetto di Chieti, Antonio Corona e al Comando di polizia municipale per gli adempimenti di competenza e per la verifica dell’osservanza delle disposizioni contenuto nel provvedimento emanato dal Comune.

Anna Bontempo (fonte il centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.