Banner Top
Banner Top

E’ il vastese Marco Del Casale il nuovo presidente provinciale del Sindacato italiano balneari

E’ il vastese Marco Del Casale il nuovo presidente provinciale del Sib-Sindacato italiano balneari, l’associazione di categoria costola della Confcommercio Chieti. Del Casale è stato eletto all’unanimità giovedì sera nella sede di Confcommercio alla presenza della padrona di casa, il presidente Marisa Tiberio, e del presidente regionale Sib Riccardo Padovano.

Al fianco del neo eletto vi saranno i consiglieri saranno gli altri vastesi Michele Sallese (lido La Bussolae Gianfranco Del Villano (lido La Luccioletta) ed ancora Alfredo Di Rito (lido Stella del Sud di Casalbordino), Enzo Racciatti (lido Racciatti 2 di Casalbordino), Bocchini (lido Baia blu di Torino di Sangro), Fioralba Castellano (Mastro Sino di Ortona), Lorenzo Daniele Trusgnach (lido El Pareso di Francavilla al Mare) e Benny Mazza (lido La Bussola di Francavilla al Mare).

L’incontro ha costituito anche l’occasione per parlare dei problemi della categoria e fissare gli obiettivi nel futuro prossimo del Sib che dovrà puntare in primis sul monitoraggio continuo dello stato di salute del mare.

“I balneatori aiuteranno gli organi preposti a vigilare su ogni eventuale rischio di inquinamento del mare per scongiurare, nel pieno rispetto della legge, i divieti di balneazione”, ha detto Marisa Tiberio, aggiungendo: “bisognerà mettere in campo una lotta ancora più serrata e forte contro l’abusivismo commerciale per impedire la vendita di prodotti falsi sulla spiaggia. Dopo i numerosissimi controlli delle forze dell’ordine avviati quest’anno sui nostri lidi, il Sib Confcommercio si farà promotore nel 2016 di nuove campagne di sensibilizzazione dei consumatori.”

Temi scottanti, dunque, che hanno accompagnato anche l’estate appena trascorsa. Ma, tra le priorità del Sib Confcommercio ci sono anche “lo sviluppo del turismo nuziale, dal momento che molti turisti stranieri chiedono di potersi sposare sulle spiagge della provincia, e la pianificazione di interventi volti a salvare le spiagge dalla famigerata legge Bolkestein, ovvero una sorta di pseudo liberalizzazione delle concessioni demaniali che rischia di buttare fuori dal mercato centinaia di famiglie di piccolissimi imprenditori, gestori di stabilimenti balneari, a vantaggio delle ricchissime multinazionali. Infine un’attenzione particolare verrà data ai gestori dei Trabocchi”.

“Con loro bisognerà instaurare virtuose collaborazioni per ampliare l’offerta turistica del territorio – ha detto ancora il presidente di Confcommercio Chieti – e rendere sempre più appetibili le nostre bellezze paesaggistiche. I turisti possono già godere della varietà davvero unica delle nostre spiagge caratterizzate dalla sabbia finissima, dai ciottoli, dalle dune e dalla fitta vegetazione di alcuni lidi a sud della nostra provincia”.

“I trabocchi – ha chiosato la Tiberio -possono rappresentare la classica ciliegina sulla torta in quanto hanno saputo unire le bellezze naturali all’enogastronomia locale risultando forti attrattori turistici.”

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.