Banner Top
Banner Top

L’ex impianto dei Salesiani riapre alle società sportive

 

Dalle 30 euro per l’utilizzo del campo di calcio, alle mille euro per lo svolgimento di una manifestazione nella palestra coperta. La giunta municipale riapre l’impianto sportivo dell’Opera Salesiana, acquisito al patrimonio dell’ente nei mesi scorsi  (nella foto la firma dell’atto) in cambio dell’accollo delle rate di mutuo pari a un milione e mezzo di euro, e fissa le tariffe per le società sportive. In attesa della gara per la gestione, che deve essere ancora indetta, l’amministrazione comunale ha deciso di adottare tutti i provvedimenti necessari per rendere fruibile la struttura, procedendo alla riattivazione delle utenze.

L’esecutivo guidato dal sindaco Luciano Lapenna ha anche determinato le tariffe a seconda della tipologia di utilizzo dell’impianto (palestra, campi all’aperto, con o senza illuminazione). Si va da un minimo di 15 euro per un’ora di allenamento nella palestra, ad un massimo di 1.200 euro per l’utilizzo del campo di calcio (con illuminazione) per una singola manifestazione al giorno. Gli altri importi sono relativi allo svolgimento di gare (50 euro) e alle manifestazioni (da 800 a 1.200 euro).

“L’amministrazione comunale applica tariffe più basse rispetto a quelle praticate dai privati in impianti similari”, precisano a Palazzo di città, dove hanno deciso di riattivare la struttura dell’Opera Salesiana per venire incontro alle richieste dei sodalizi.

“Verso la fine di agosto alcune associazioni sportive hanno manifestato la necessità di continuare ad usufruire dell’impianto in attesa del bando, stante la difficoltà di reperire altre strutture e, quindi, con il serio rischio di un lungo stop alle loro  attività”, spiega l’assessore allo sport, Luigi Masciulli, “le loro istanze sono state immediatamente recepite dall’amministrazione comunale la quale ha dato indirizzo ai dirigenti dei settori Sport, Finanze, Patrimonio e Servizi affinché vengano predisposti tutti gli atti indispensabili per la fruizione della struttura da parte delle associazioni e dei gruppi presenti sul territorio per il normale svolgimento delle attività sportive, previo pagamento delle tariffe comunali. La decisione di procedere alla riapertura degli impianti”, aggiunge l’assessore, “ è stata presa in considerazione del fatto che la predisposizione e il perfezionamento della procedura di bando richiede qualche mese di tempo. Nel frattempo è indispensabile garantire l’utilizzo della struttura per tutte le discipline che può accogliere al suo interno”.

Il via libera alla “esternalizzazione” della gestione è stato dato dal consiglio comunale lo scorso mese di luglio.

Anna Bontempo (fonte il centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.