Banner Top
Banner Top

Balneazione: in commissione Vigilanza regionale Lapenna ha dipanato i dubbi e risposto alle accuse

Per molti giorni si è dibattuto sulla vicenda dell’assenza del sindaco di Vasto, Luciano Lapenna, nella seduta della commissione Vigilanza della Regione Abruzzo convocata dal presidente Mauro Febbo per il 3 settembre scorso al fine di fare luce sui divieti di balneazione emanati in agosto a Vasto e Pescara che avrebbero potuto avere gravi ripercussioni sulla stagione turistica in corso.

Erano stati lo stesso Febbo e il consigliere Pietro Smargiassi (M5S) a puntare il dito contro quell’assenza ritenuta ingiustificata e grave, ma, ora, su tutta la vicenda sembra che sia proprio Lapenna a scrivere i titoli di coda dopo aver risposto ai quesiti sollevati nella seduta della commissione Vigilanza datata martedì 23 settembre, durante la quale, secondo gli atti ufficiali e quanto siamo riusciti a sapere dai presenti, ha dipanato le perplessità sulle due questioni emerse in queste tre settimane.

Partiamo dalla prima, ovvero la balneabilità delle acque. Un tema in merito al quale il primo cittadino vastese ha ricordato gli interventi posti in essere dalla sua Amministrazione innanzitutto per contrastare le forme di inquinamento all’altezza dei tre fossi litoranei, Lebba – Buonanotte – Apriceno, anche con ordinanze emanate contro chi utilizzava impropriamente gli scarichi a mare e che è stato costretto a regolarizzare la propria posizione.

Non poteva mancare un riferimento al raddoppio della conduttura fognaria che procede dalla zona della Bagnante a quella di Fosso Marino dove è stata realizzata anche una vasca di decantazione con pompa di sollevamento e agli oltre 10 chilometri di rete fognaria realizzata a spese del comune (ma l’ente non versa oltre 5 milioni di euro l’anno alla Sasi perché si occupi di fornitura idrica e depurazione, reti fognarie comprese?) nelle zone periferiche della città (come Sant’Antonio Abate, San Lorenzo, Incoronata, Vasto Marina, Montevecchio, via S. Biagio, ecc.).

Anzi, in Commissione Lapenna, forte di una cospicua documentazione, avrebbe parlato pure dell’imminente realizzazione di tratti fognari anche in località Defenza e Pagliarelli oltre all’appalto dei lavori, entro il 31 dicembre, per il raddoppio del depuratore di Punta Penna (un investimento di 5 milioni di euro, ndr).

Dinanzi ai consiglieri regionali il sindaco di Vasto ha ricordato come i controlli sulle acque di balneazione, in estate, vengano effettuati dall’ARTA con la collaborazione della Capitaneria di Porto ogni 15 giorni in 13 punti del litorale e che si è sempre intervenuti prontamente di fronte alle anomalie segnalate.

La seconda questione è quella inerente la sua assenza nella prima convocazione della commissione. Secondo la ricostruzione dei fatti Lapenna ha inviato in data 21 settembre una lettera al presidente del Consiglio regionale Giuseppe Di Pangrazio con la quale anticipava quanto avrebbe detto, poi, dinanzi a Febbo e agli altri consiglieri regionali.

All’indomani della convocazione in audizione la segreteria del primo cittadino ha comunicato agli uffici della commissione (e sembra che una impiegata degli uffici abbia confermato dinanzi alla commissione la veridicità dei fatti) l’impossibilità per Lapenna di partecipare a causa di impegni già assunti, peraltro comunicati al Prefetto di Chieti per il trasferimento delle competenze al vice-sindaco Sputore, dal 3 al 9 settembre.

Nel corso della sua ricostruzione Lapenna pare che abbia riportato anche il testo e l’immagine del messaggio inviato attraverso un noto servizio di instant messaging al presidente Febbo nel primo pomeriggio del 1.mo settembre nel quale ribadiva la sua assenza e chiedeva la possibilità di valutare un’altra data.

Insomma, sembra che alla fine tutto si risolva in una bolla di sapone, che, però, ha portato Lapenna a denunciare a Di Pangrazio l’uso politico di una commissione il cui compito è quello di vigilare sulla corretta applicazione di leggi e regolamenti.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.