Banner Top
Banner Top

Per il nuovo canile comunale in corso la ricerca di un sito alternativo

“Antonio Monteodorisio, consigliere comunale di Forza Italia – entrato a parte dell’assise civica di Vasto solo lo scorso anno in occasione delle dimissioni rassegnate da Emanuele Marcovecchio -, fa bene ad insistere sul problema del canile comunale di Vasto. Un struttura realizzata senza alcun criterio, nel corso della gestione del Comune di Vasto da parte di esponenti del centrodestra, in un luogo inopportuno, inadeguato e pericoloso. Una scelta pazzesca che non può trovare giustificazione alcuna.”

Il Presidente del Consiglio Comunale di Vasto interviene su un argomento che sta a cuore all’intera città. E risponde al consigliere di minoranza Antonio Monteodorisio.

 

“Il canile comunale di Vasto, all’interno del quale operano, come sostiene lo stesso esponente forzista, con amore e passione tanti volontari dell’Associazione “Amici di zampa”, si trova sotto la montagna di rifiuti che per anni è stata la discarica dei rifiuti solidi urbani di Vasto in località Maltempo. 

Una montagna dalla quale fuoriscono gas e liquami e che, in base ad un progetto approvato e finanziato di recente dalla Regione Abruzzo, dovrà essere bonificata con un intervento dal costo davvero elevato. 

Antonio Monteodorisio insiste per trovare una soluzione alternativa all’attuale canile. E chi non la vorrebbe!!!

Solo chi non ha mai messo piede all’interno di quella struttura potrebbe continuare a credere che il canile comunale possa continuare ad operare in quello spazio assolutamente insalubre. Monteodorisio chiede di trovare un’area alternativa per costruire un nuovo canile.  E’ quello che hanno fatto e stanno facendo da mesi tecnici ed amministratori comunali. 

Per un canile esistono prescrizioni ben precise: deve stare ad una distanza di 300 metri da nuclei abitativi o da altre strutture. Purtroppo i terreni di proprietà del Comune di Vasto non hanno questa caratteristica. 

Ecco, quindi, l’orientamento intrapreso della ricerca di un sito distante dai nuclei abitativi in grado di garantire la costruzione di un canile-pensione davvero moderno, dotato di tento verde e di servizi. 

Gli “Amici di zampa” dispongono già di un progetto ed hanno ottenuto la promessa di un aiuto anche da parte di privati cittadini ed imprenditori. 

I contatti in corso con enti e privati cittadini per l’acquisizione di una superficie di almeno 5mila metri quadrati sono in atto. In situazione del genere bisogna avere pazienza, lavorare in silenzio, senza lasciarsi prendere dalla voglia di protagonismo.”

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.