Banner Top
Banner Top

Incendi a Punta Aderci: per il WWF ci sarebbe una mano dolosa

Potrebbe esserci una mano dolosa dietro gli incendi di luglio e settembre sviluppatisi a Punta Aderci, la riserva più bella della nostra regione. Infatti, le temperature di quei giorni non erano così elevate da scatenare roghi di quelle dimensioni. Del resto, in passato,  a Punta Aderci la mano dei piromani aveva già colpito altre volte. E’ quanto  sostiene il WWF tramite il suo presidente Fabrizia Arduini. “Gli incidente sulla Costa dei trabocchi – ricorda Arduini – hanno investito due splendide riserve regionali. Una è Punta Aderci, incendiata prima a luglio e poi nuovamente a settembre, come a dire che la spiaggia più amata dagli Abruzzesi non deve esistere. Intere porzioni della splendida e preziosa macchia mediterranea, ammirata da migliaia di turisti, è stata cancellata in più punti da nord a sud, dal fuoco di questa estate. I sospetti che gli incendi siano dolosi sono forti, e se la causa scatenante potrebbe essere rappresentata dai vincoli presenti nelle riserve, l’azione dolosa ci sembra ancora più demenziale, visto che le tutele che scattano nelle aree incendiate per i prossimi 10.15 anni sono ancora più stringenti di quelle di una Riserva o Parco nazionale”.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.