Banner Top
Banner Top

Consorzio di Bonifica, Bucciarelli: “subito il nuovo commissario e il ripristino degli organi statutari”

Con una lettera indirizzata al governatore Luciano D’Alfonso, all’assessore regionale alle Politiche Agricole, Dino Pepe, al presidente della medesima commissione all’Emiciclo, Lorenzo Berardinetti, e per conoscenza ai sindaci Luciano Lapenna (Vasto), Tiziana Magnacca (San Salvo), Remo Bello (Casalbordino), Manuele Marcovecchio (Cupello) e Silvana Priori (Torino di Sangro), è anche Angelo Bucciarelli ad addentrarsi su uno dei temi scottanti di questa estate vastese, ovvero la difficile situazione al Consorzio di Bonifica Sud, soprattutto alla luce anche delle dimissioni del commissario ad acta Sandro Annibali.

“Il ruolo che dovrebbe svolgere il Consorzio di Bonifica, se fosse messo in grado di funzionare – scrive Bucciarelli – diventa preziosissimo, per la tutela e il governo del territorio, per garantire la sicurezza contro gli smottamenti e la carenza d’acqua: il tempo della faziosità politica, con il solo intento di piazzare un proprio uomo deve con urgenza lasciare il posto al buon senso e al buon governo.

“La Bonifica” di Vasto, in quest’ultimo anno si è trovata al centro di ripetute polemiche, iniziate con la nomina di una personalità così lontana dal territorio, anche se su questo non nutro pregiudizi, con l’obbligo di ripristinare gli organi statutari e continuate di pari passo con la carenza idrica e finite con le dimissioni del Commissario. Tutto questo però nasconde un problema molto più complesso: la mancanza di volontà di investire risorse su questa parte del nostro territorio.

Questo Consorzio potrebbe svolgere un’attività strategica, mirata alla sicurezza territoriale, ambientale e alimentare, contribuendo in tal modo ad uno sviluppo economico sostenibile. La gestione della risorsa idrica è solo una parte, anche se importante di questa grande potenzialità. Infatti, in un’ottica di tutela ambientale e risparmi energetici, il “Consorzio di Bonifica di Vasto”, anche per rilanciare se stessa, può dare un importante contributo al settore delle energie rinnovabili attraverso la produzione di energia elettrica dalle acque dei canali di bonifica. Energia elettrica prodotta da 4 mini centrali della potenza complessiva di quasi 1500kw.

E poi, in un territorio come quello del vastese, in cui è indispensabile attuare politiche di tutela del territorio, che presenta una estrema fragilità dal punto di vista idrogeologico, la “Bonifica” può trasformare il territorio in una risorsa capace di creare ricchezza e lavoro, sfruttando le opportunità offerte dalle risorse montagna, bosco, acqua.

I lavori di completamento della Diga di Chiauci, la predisposizione di un “piano di messa in sicurezza del territorio” con le risorse necessarie, regionali e comunitari, e con il coinvolgimento fattivo della Regione, il rilancio delle politiche produttive nell’idroelettrico e rafforzamento dei servizi alle aziende agricole del territorio non possono aspettare i tempi della burocrazia o delle guerre di potere.

Io credo che sia giunto il tempo di andare oltre le polemiche e prestare maggiore attenzione nei confronti di ciò che è stato un volano di sviluppo degli ultimi 60 anni del vastese. Non è più accettabile che si perdano risorse a causa di un sistema burocratico complicato, contraddistinto da conflitti tra politici, e tra essi e gli enti.

Le chiedo pertanto, Signor Presidente, di provvedere alla sollecita nomina di un nuovo Commissario, meglio se un funzionario regionale, che sappia rapportarsi alle Istituzioni del territorio e ascoltarne le istanze, con la mission prioritaria del ripristino degli organi statutari”.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.