Banner Top
Banner Top

Sui Frecciabianca Daniela Aiuto (M5S) replica ad Antonio Del Casale (Pd)

Alle dichiarazioni di Antonio Del Casale sulla questione fermata dei Frecciabianca alla stazione di Vasto-San Salvo ci si aspettava una eventuale risposta del sindaco di San Salvo Tiziana Magnacca direttamente chiamata in causa dal segretario vastese del Partito Democratico. Invece, ecco un’altra donna ad alzare la voce, ovvero l’europarlamentare del Movimento 5 Stelle Daniela Aiuto che in una nota scrive: “Il Leitmotiv del PD è sempre lo stesso, del resto Renzi fa “buona scuola”: annunci senza seguito destinati a cadere nel dimenticatoio il giorno dopo. Nel caso dell’agognata fermata dei treni FrecciaBianca presso la stazione FS di Vasto-San Salvo, il copione si è ripetuto.

Non sono quindi sorpresa nel leggere i due articoli qui sotto riportati editi da quotidiani locali. Noi del M5S l’avevamo detto purtroppo già da tempo e ci eravamo interessati in modo reale e più volte alla questione fermata FS locale già da diversi mesi”.

“Io personalmente – ricorda la Aiuto – avevo inviato una lettera di chiarimenti (http://bit.ly/1KYIxB5) all’AD di Ferrovie dello Stato, il Dott. Elia, ricevendo una risposta dettagliata e chiarissima. Recentemente poi, in questo comunicato http://bit.ly/1KjYd1T insieme al nostro portavoce al Senato Gianluca Castaldi e al nostro Conigliere Regionale Pietro Smargiassi, avevamo evidenziato l’ennesima sterile e illusoria iniziativa di un PD allo sbando”.

E, poi, la stoccata al segretario vastese del Pd: “Vorrei ricordare al segretario del Pd di Vasto, Antonio Del Casale, – scrive l’eurodeputata – che la classe politica che li ha preceduti a livello regionale non è poi tanto diversa dall’attuale e che sia Vasto che San Salvo sono amministrate da diversi anni da esponenti del suo partito; Vasto in particolare, ha visto con questa amministrazione PD un lento e inesorabile declino a tutti i livelli.

Leggere poi alcune dichiarazioni, come ad esempio: “si è lavorato continuamente da inizio estate…” e su di una presunta “caparbietà del presidente D’Alfonso capace di creare un filo diretto, mai registrato prima, con i massimi vertici aziendali di Trenitalia” è più che aberrante e testimonia ancora una volta l’ennesima grandissima presa in giro di un Partito Democratico, che di democratico non ha più niente, a danno dell’intera cittadinanza”.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.