Banner Top
Banner Top

Piazza della Guardia costiera: cerimonia solenne, ma targa sbagliata?

È stata certamente una bella cerimonia quella di ieri per la intitolazione di una piazza di Vasto Marina al Corpo della Guardia Costiera, ma a ben guardare qualche dettaglio è, però, apparso quantomeno stonato. E il riferimento è, oltretutto, al simbolo che resterà a memoria della giornata, ovvero quella targa che onora i 150 del Corpo. E sì, perché in alto a sinistra campeggia e fa bella mostra di sé lo stemma della Città del Vasto.

Tutto normale, direbbe qualcuno, se non fosse che quello stemma potrebbe essere sbagliato. Pur se stilizzato esso riporta sì in alto la corona marchesale, in quanto possesso feudale dei d’Avalos, così come tutto attorno vi è l’alloro in quanto patria di sommi geni, e finanche il disegno centrale con lo scudo longobardo diviso in quattro angoli non presenta alterazioni. Ed allora, ci si chiederà a questo punto, cosa ci sarebbe di sbagliato?

Ad osservare quello stemma con occhio attento si noterebbe che i colori al centro dello scudo sono invertiti, ovvero il rosso è al posto del bianco e viceversa, una disposizione, quella originaria, risalente già al VI secolo.

Certo c’è un po’ di confusione su tali colorazioni tant’è che sullo stemma impiantato a terra e sulla targa all’ingresso di Palazzo di Città, nell’Aula consiliare ‘Vennitti’, nel Gonfalone sito nella stanza del sindaco, sulle auto della Polizia municipale, sul sito ufficiale del Comune, sulla targa apposta all’ingresso del Comune in memoria del 20.mo del Gemellaggio Vasto-Perth lo stemma è siffatto, mentre sul Gonfalone presente nell’omonima Sala della residenza municipale ed ora anche sulla targa alla Marina i colori sono invertiti.

L’art. 2 comma 6 dello Statuto comunale a tal proposito recita: “Lo Stemma e il Gonfalone continuano ad avere le caratteristiche della città ormai consolidate nella storia.

Lo Stemma è un ‘campo levigato ellittico quadripartito da diametri dell’ellissi, ove a destra del risguardatore (ovvero colui che osserva, ndr) il colore aureo (divenuto poi rosso vermiglio, ndr) in alto e l’argenteo (divenuto poi bianco, ndr) in basso rifulgono, mentre opposto sito tengono i due metalli a sinistra’.

Inoltre è ‘modellato sul descritto stemma il comunal sigillo’, circondato dalla legenda ‘Vastum olim Histonium Romanum Municipium”.

Dunque, crediamo sia giunto il momento di fare chiarezza una volta per tutte sull’aspetto dello stemma araldico e che, qualora ci sia stato un errore come è presumibile, per lo meno ci si augura che vi si ponga presto rimedio.

L. S.

  • a_Gonfalone_studio del sindaco
  • notte bianca-conferenza stampa - 05
  • a_stemma_auto Polizia municipale
  • a_stemma_ingresso Palazzo di Città
  • a_targa_ingresso Palazzo di Città
  • monumento-carabinieri-conferenza stampa - 06
  • b_targa_piazza della Guardia costiera
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.