Banner Top
Banner Top

In cerca di un sito per un nuovo canile

 

 

 

Il Comune cerca un’area dove realizzare il nuovo canile municipale e ha avviato una serie di contatti con la Fondazione Genova Rulli, proprietaria di alcuni terreni all’Incoronata, nella periferia nord della città. La circostanza è emersa nel corso dell’ultima assemblea civica in risposta alla mozione (poi ritirata) presentata da alcuni consiglieri comunali (primo firmatario Antonio Monteodorisio di Forza Italia) sulle precarie condizioni del canile-rifugio di Vasto, situato in località Maltempo, adiacente la vecchia discarica. La struttura, realizzata praticamente in un fosso, lungo la strada che conduce a Monteodorisio, ospita 190 cani.

“Ho personalmente contattato alcuni amministratori della Fondazione Genova Rulli per chiedere la loro disponibilità a vendere un pezzo di terreno su cui poter realizzare un canile modello – ha riferito in aula il presidente del consiglio comunale, Giuseppe Fortestiamo dialogando affinchè si possa giungere ad una soluzione che sia soddisfacente non soltanto per chi oggi gestisce il canile, ma per l’intera città.

Sono 190 gli animali ricoverati nella struttura e altri sono allocati da anni a Fallo, con un costo molto alto per le casse comunali: ogni cane costa 5 euro al giorno a fronte di una spese di 1,70 euro nel canile municipale. Nel momento in cui avremo delle risposte torneremo in aula per affrontare questo argomento” ha concluso Forte.

La questione era stata sollevata dall’opposizione consiliare che, nella mozione presentata dopo una visita nel canile gestito dal 2012 dall’associazione Amici di Zampa, aveva parlato di una “struttura fatiscente, di mal funzionamento delle fogne e fuoriuscita di acqua dal pozzo nero” e sollecitato l’amministrazione comunale di attivarsi per la ricerca di un “sito idoneo dove poter realizzare il nuovo canile”.

I firmatari del documento (Guido Giangiacomo, Mario Della Porta, Massimiliano Mntenurro e Francescopalo D’Adamo) avevano anche ventilato “un concreto rischio-sanitario per i 16 volontari e i 3 dipendenti che vi operano, aggravato andhe dalla mancanza di parcheggio che costringe gli operatori e chiunque voglia andare ad adottare un cucciolo a posteggiare la macchina su ciglio della strada”.

Anna Bontempo

 

 

 

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.