Banner Top
Banner Top

La Costa dei Trabocchi diventi il ‘nuovo Salento’, l’appello di Di Giuseppantonio a D’Alfonso

Con una nota di oggi, il Sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio, ha lanciato un appello al Presidente della Regione Abruzzo, Luciano D’Alfonso, affinché la Costa dei Trabocchi diventi il nuovo ‘Salento d’Abruzzo’.

“E’ necessario fare un fronte politico ed istituzionale comune, in cui la Regione assuma il ruolo di regia, superando campanilismi e barriere localistiche che fino ad ora hanno solo rallentato lo sviluppo del turismo”, dichiara il primo cittadino di Fossacesia nelle sue righe, portando come esempio il Presidente della Regione Puglia, Niki Vendola che, con un ingegno magistrale, è riuscito a far decollare dal punto di vista turistico la sua regione, facendola divenire una delle mete di viaggio e di investimento più ambite a livello internazionale.

Ed è proprio questo che Di Giuseppantonio chiede a Luciano D’Alfonso: la Costa dei Trabocchi diventi il “Salento d’Abruzzo”, punto di forza e fiore all’occhiello per la regione in virtù del suo essere ancora zona incontaminata e di straordinaria bellezza per le sue peculiarità paesaggistiche, per la presenza dei trabocchi, per il suo aspetto ancora “vergine” e naturale.

“E’ necessario lanciare al più presto questa idea – prosegue il primo cittadino fossacesiano – soprattutto ora che si sta realizzando il sogno coltivato da anni della Via Verde che comprende il percorso ciclopedonale”.
E’ di questi giorni, infatti, la notizia della pubblicazione della Gara di appalto per la realizzazione dei lavori del percorso ciclopedonale, che entro tre anni dovrebbe essere ultimato.

Di Giuseppantonio aggiunge : ” A Luciano ho chiesto di individuare risorse certe per far decollare il marchio di territorio Costa dei Trabocchi, con tutti i relativi servizi e i prodotti dell’ area, e per favorire gli investimenti e l’ occupazione. Per concretizzare questo progetto, occorre dare un calcio alle “virzoche” della politica che, pensando solo ai loro inutili interessi elettorali e di bottega , bloccano lo sviluppo del turismo abruzzese”.

“Dobbiamo dare un segnale forte – aggiunge Di Giuseppantonio nella nota inviata al presidente della Regione – dobbiamo dare nuove speranze ed opportunità di lavoro ai nostri giovani e solo con un turismo innovativo, di qualità, solo dando forza alla Costa dei Trabocchi si potrà far davvero decollare il turismo nella nostra regione. Idee e competenze locali non mancano, anche se sono sparse qua e là, spesso non utilizzate. Il vero problema – conclude il sindaco – sta nella mancanza di un coordinamento. Regione, Provincia, Comuni, imprese turistiche ed altri Enti devono far fronte comune. Occorre dispiegare una grande energia e disciplina organizzativa, tesa al raggiungimento dello scopo finale, mettendo a sistema risorse esistenti e risorse da importare”.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.